MYST III - EXILE (RECENSIONE)

Le Recensioni delle Avventure Grafiche per PC.
Rispondi
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4658
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 79 volte

MYST III - EXILE (RECENSIONE)

Messaggio da Giuseppe »

Immagine 1996 Myst – 1997 Riven – 2001 Myst III Exile, questa è la sequenza della saga di Myst.
Per questo prodotto la mano è stata passata ai Presto Studios che hanno avuto l’arduo compito di proseguire nel sequel e cercare di dare le stesse sensazioni dei precedenti titoli.Il personaggio principale di tutta la serie è Atrus che discende dalla dinastia D'ni hanno la capacità e l'abilità di creare dei mondi, scrivendo solamente su un libro le caratteristiche che devono avere. Posseggono la capacità di “caricare” il libro con una certa energia facendoli diventare dei portali per altri mondi. Tutta la storia inizia dal primo Myst I D’ni sono scomparsi da decenni e Atrus sta cercando tracce del loro passaggio per riunirli, ma naturalmente come in tutte le cose, qualcuno deve sempre mettersi in mezzo, infatti in Myst furono i figli, in Riven il padre e ora ci si mette un tale di nome Saavedro che per vendicarsi di un figlio di Atrus cerca di impedire il tutto possibile. Come sempre Atrus non può intervenire di persona e ti incarica di farlo per lui, quindi ancora una volta prendi il tuo fardello e ti incammini verso i mondi di Tomahna, J'nanin, Voltaic, Edanna e Amateria per cercare di risolvere il tutto e infine nella casa di Saavedro Narayan. La prima tappa è Tomahna dove c’è il primo libro che ti farà iniziare l’avventura è anche la casa di Atrus e qui conoscerai la moglie Catherine con in braccio la figlia Yeesha. Già dalle battute iniziali avrai a che fare con Saavedro che ti ruberà il libro e sarai costretto a inseguirlo per recuperarlo, non sarà facile, e il viaggio nei mondi sarà lungo e arduo.La grafica è davvero stupefacente, maestosa e talmente ben definita da sembrare reale. Le ombre, i riflessi, le luci..tutto nella perfezione più assoluta. Ogni oggetto, ogni parte, ogni scenario è definito in maniera talmente maniacale che si ha veramente l’impressione di esserci fisicamente e di poter interagire con qualsiasi cosa. La novità in Exile è la rotazione di 360°, in questo modo si può godere appieno degli stupendi scenari senza più andare in schermata fisse. Ogni mondo ha una sua personalità e colorazione, quindi non ci sarà una staticità di colori ma sarà tutto adeguato alle caratteristiche del mondo. I personaggi non sono in computer grafica ma sono attori veri e si manifestano solamente nei filmati amalgamandosi perfettamente con l’ambiente. Il sonoro non è da meno, infatti è in perfetta sintonia con le varie situazioni, ogni locazione è caratterizzata da musiche e suoni d’ambiente specifici e rispecchiano in maniera coinvolgente la situazione. Le voci dei personaggi e la loro interpretazione è degna del miglior film.
Immagine Immagine

Se vi piace interagire molto con gli ambienti di un gioco vi dico subito che Exile non è per voi. Nessun click assatanato o più veloce della luce, ma un classico punta e clicca dai toni pacati. Per gestire il tutto basta mettere il cursore su un oggetto per prenderlo o usarlo. Il cursore è la classica mano col dito indice alzato che diventa mano piena quando si può interagire. Semplicemente spostando il cursore si ha la rotazione a 360°, verso l’alto, verso il basso e in diagonale e diciamo serve per vedere bene cosa ci circonda. Il tasto destro ha la funzione di semibloccare questa rotazione, anche se si potrà sempre spaziare, ma in versione più limitata, nel senso che se devo andare in un punto preciso è più utile. Con il tasto “Esc” si accede al menù delle opzioni con le classiche opzioni; c’è la possibilità di impostare i sottotitoli e l’audio in italiano o inglese, oppure audio in una lingua e sottotitoli in un'altra..opzione interessante.Come si sa la serie Myst è famosa per essere in prima persona e per gli enigmi Exile non è da meno e state pur certi che le vostre meningi saranno messe a dura prova. Ne avrete molti da risolvere e non sperate di rivolgervi alla fortuna o al caso. Tutto è utile nei vari mondi dai libri, documenti, indizi, disegni scolpiti..non dimenticate di osservare nulla perché la più piccola distrazione potrebbe costarvi cara, osservate tutto anche la cosa più insignificante. Il gioco non è lineare, quindi in ogni mondo potrete iniziare da dove volete, da quello che vi sembra più semplice o più a portata di mano, tanto il tutto dovrà ricongiungersi per andare nel mondo successivo tramite i soliti libri trasportatori.
Immagine Immagine

Siamo di fronte ad un altro quasi capolavoro come la saga ci ha abituati, che dire appassionante, coinvolgente, affascinanate, superbo…mi fermo qui. In tutta franchezza non riesco a trovare un difetto in Exile, grafica stupenda, sonoro da orchestra, trama appassionante, stupenda sensazione di viverlo personalmente, longevità assicurata..potrei continuare quasi all’infinito, ma meglio che concluda dicendo:

Da giocare assolutamente.

Voto: 95/100
Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: MYST III - EXILE

Messaggio da mammapina »

Che bella recensione Giuseppe e sono anch'io del parere che sia un gioco da fare!!! Questa si che è una bella saga!!
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10689
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: MYST III - EXILE

Messaggio da Electranovembre »

Bellissima recensione :mrviolet: ma non concordo con quello che ha detto Pina :razz:
Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: MYST III - EXILE

Messaggio da mammapina »

Bellissima recensione :mrviolet: ma non concordo con quello che ha detto Pina :razz:
:roll: e questo si sapeva già :lol: :lol:
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: MYST III - EXILE

Messaggio da mammapina »

:roll: scommetto che a te piacerebbe se uscisse la versione per DS eh!!! :grin:
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Niki
Messaggi: 6398
Iscritto il: 19/05/2009, 14:15
Ha espresso il “Mi piace”: 63 volte
Mi piace ricevuti: 26 volte

Re: RECENSIONE: MYST III - EXILE

Messaggio da Niki »

Questo, tra tutti quelli della serie, è quello che mi è piaciuto di più. ;-)
Mi sono veramente divertito nel farlo e, sono rimasto molto contento alla fine
proprio perche ero riuscito a capire bene quello che andava fatto ed a immedesimarmi nel gioco.
Bella rece, vale davvero nonostante le difficoltà, tutto il punteggio che prende. ;-)
la verità e là fuori, ma non fidatevi di nessuno...

Immagine
Rispondi