SYBERIA (RECENSIONE)

Le Recensioni delle Avventure Grafiche per PC.
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4658
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 79 volte

SYBERIA (RECENSIONE)

Messaggio da Giuseppe »

Immagine Benoit Sokal, difficile cancellarlo dalla nostra mente ai giorni nostri. Nel 2002 curò questo gioco e non tutti sanno che la sua prima esperienza fu Amerzone anni prima che riceve, prima ancora della sua uscita, il premio Pixel-INA al Festival Internazionale Imagina. Siamo verso la fine degli anni ‘90 dove vi è una certa catalessi per le avventure grafiche e Amerzone contribuì notevolmente alla loro rinascita, dando un colpo di coda e rilanciandole. Nel 2002 ecco comparire Syberia dalla matita magica di Sokal e sempre della Microids. Premetto che non ci troviamo di fronte alla solita avventura con il classico inizio e fine, ma siamo davanti ad un gioco con una imponente atmosfera, e se vogliamo dirla tutta, una situazione prismatica con una componentistica umana che in qualche modo potrebbe rispecchiare il nostro umore o la nostra insicurezza interiore in alcuni momenti vissuti o che vivremo. Kate Walker è una brillante avvocatessa di New York che conduce una vita normale e quando riceve l’incarico dalla Toy's Company di concludere le trattative per l’acquisto di una fabbrica di giocattoli e automi in Francia, non immagina nemmeno lontanamente che le cambierà il corso della vita. Arriva a Valadilene in un giorno di pioggia e proprio nel giorno del funerale dell’ultimo componente della famiglia Voralberg. Giunti a questo punto potrebbe anche ritornarsene a New York, ma per curiosità e per dare un senso al suo viaggio, inizia a chiedere informazioni sulla famiglia Voralberg e scoprirà che non è ancor estinta ma esiste ancora un componente: Hans Voralberg. Le vicissitudini la porteranno nella fabbrica di automi e con sorpresa scoprirà che non sono semplici giocattoli, ma dotati di una voce, di un pensiero e soprattutto di un anima. Uno di questi è Oscar che l’accompagnerà nella sua fantastica avventura alla ricerca di Hans, che si localizzerà in quattro località differenti e per ultima la Syberia. Bisogna tener conto in modo marcato che il susseguirsi delle vicende ha un forte impatto emotivo: sarete allegri, tristi o emozionati se il personaggio o la situazione che vi troverete di fronte sarà di egual tipologia. L’evento che di più caratterizza tutto il gioco è la forte emotività di Kate che vedrà la sua anima spezzata in due: da una parte la sua vita a New York e dall’altra il senso positivo ed emozionale che l’avventura vivendi le sta dando. Sarà indecisa su cosa fare e il finale, dove dovrà fare una scelta, avrà un forte impatto emotivo.
Immagine Immagine
Siamo di fronte ad una delle più belle trame in assoluto, poche danno emotività lasciando il segno per lungo tempo. Anche la grafica svolge la sua bella figura e Sokal si riconferma artista e poeta. Tutto quello che leggerete di seguito non rende giustizia al suo talento e a tutto quello che sa trasmettere. Luoghi pieni di significato con molte sfaccettature epocali che riflettono un segno di vita passata e odierna, non solo nella trama ma anche nella grafica si sentono emozioni anche solo osservando i paesaggi che variano dall’antica Valadilene, dove tutto è rimasto come un tempo, a località più suggestive e moderne con imponenti colonnate e giardini maestosi, per ritornare in zone marcate dal tempo ma in simbiosi con tutto il resto. Vedremo sui volti della gente il passaggio della ricchezza o della povertà, occhi anziani che ti guardano attraverso i vetri di una casa di riposo, paesaggi innevati suggestivi. Tutte queste emozioni si vivranno sul volto di Kate e sulla sua figura con espressioni basate sull’animo umano. I fondali sono in 2D ed i personaggi in 3D, in questo modo non vi è appesantimento del motore grafico. Può sembrare strano come un effetto grafico possa trasmettere emozioni, eppure è così, tenendo conto che non è fine a se stesso, ma è il tutto che crea una certa atmosfera. Per ultimo mi soffermo sui filmati che sono da sala cinematografica, un realismo e un carisma particolare e credo a molti sia rimasto nella mente quello ripetitivo del treno che corre verso una destinazione. In questa specie di “catalessi”, ha la sua parte anche il sonoro che incide in maniera notevole in tutto lo stato emozionale che si vivrà: musiche molto soft e in perfetto abbinamento con l’evolversi degli eventi, non invasive e nemmeno sporadiche, ma tutto in simbiosi e vi avvolgerà teneramente per aumentare il senso emozionale. Essendo una trama a tratti emotiva, aveva sicuramente bisogno di un doppiaggio d’eccellenza e così è stato: le voci sono adeguate ai personaggi e ricalcano perfettamente l’umore che trasale in quel determinato momento con timbro, sonorità ed interpretazione. Particolare cura per gli effetti sonori che intervengono su qualsiasi cosa si muova, es: lo sbattito di ali di uccelli in volo, la camminata di Kate in stile femminile di punta-tacco e non viceversa come negli uomini. L’interazione con il mondo circostante ricalca il solito stile dei punta e clicca con il cursore che indicherà le direzioni possibili e un inventario per contenere gli oggetti raccolti. Le solite cose che si conoscono ormai a fondo. Quello che lascia un po’ perplessi è la tipologia degli enigmi, che purtroppo non hanno un grado di difficoltà alto, sono nella fascia medio-bassa e non si dovrà faticare più di tanto per risolverlo. Il tutto è imperniato sulla trama e le sensazioni che sa trasmettere e gli enigmi sono da contorno per ricordare che si tratta di un’Ag. Gli oggetti sono ben visibili e si tratta solo di metterli al posto giusto per far funzionare qualche meccanismo. Forse il più complesso è riferito alla preparazione di una bevanda. Lo scopo del gioco è far arrivare Kate alla conclusione e quindi un andirivieni continuo tra gli scenari di ogni locazione per parlare con i personaggi, trovare oggetti, metterli al posto giusto e risalire sul treno per la prossima destinazione. Chiaramente, non perdendo ore di gioco per risolvere un enigma, la longevità viene minata e questo è il caso di Syberia che si può portare a termine dalle 12 alle 15 ore di gioco.
Immagine Immagine
Siamo alle conclusioni più che positive naturalmente. Un gioco che rimarrà sicuramente nella storia per la sua narrativa di uno stile di vita, che potrebbe accadere a ciascuno di noi in qualsiasi momento della vita. Sokal ha imperniato in un’Ag tutta l’emotività umana contornandola con una grafica di prim’ordine, un sonoro e doppiaggio eccellente e purtroppo ha trascurato il lato enigmi, ma credo sia una scelta voluta e ben definita.

Non può mancare nella vostra collezione.

Voto: 90/100

Soluzione
Savegame
Patch
Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: SYBERIA

Messaggio da mammapina »

Che bella recensione!!! Leggendola ho provato tanta emozione e i ricordi di questo gioco,si sono avvicendati nella mia mente.........quante emozioni ho provato!!! Il primo amore non si scorda mai,ed è vero :roll: e'con Syberia che è iniziata la mia vita da avventuriera aa aa
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10689
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: SYBERIA

Messaggio da Electranovembre »

Bellissima recensione....e gioco meraviglioso....non è stato il mio primo punta e clicca...ma è stato quello che mi ha fatto appassionare definitivamente al genere aa
Immagine
Avatar utente
Puccina
Messaggi: 1616
Iscritto il: 07/03/2009, 22:53

Re: RECENSIONE: SYBERIA

Messaggio da Puccina »

Complimenti giuseppe un lavoro ottimo
Syberia è la mia AG preferita e tale rimarrà x sempre.Mi trovo molto daccordo col fatto ke un vero avventuriero non può non averla nella propria collezione ;-)
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: SYBERIA

Messaggio da mammapina »

Amici è impossibile che abbiamo risposto solo in tre per questa bellissima recensione di un gioco che ha fatto innamorare tutti!!! Io credevo che si sarebbero riempite intere pagine di commenti, visto che il gioco l'abbiamo fatto quasi tutti in questo forum :roll: e allora?? :grin:
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Niki
Messaggi: 6398
Iscritto il: 19/05/2009, 14:15
Ha espresso il “Mi piace”: 63 volte
Mi piace ricevuti: 26 volte

Re: RECENSIONE: SYBERIA

Messaggio da Niki »

Infatti questa fa parte della mia collezione, coma Amerzone del resto. ;-)
Avventura indimenticabile, emotiva e coinvolgente, graficamente perfetta.
Dovrebbero essere tutte così.
Bella recensione, nel rileggerla anche io mi sono emozionato pensando ai momenti più emotivi del gioco.
Bravi...complimenti. ;-)
la verità e là fuori, ma non fidatevi di nessuno...

Immagine
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10689
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: SYBERIA

Messaggio da Electranovembre »

Effettivamente è stata commentata da pochi, ma rimane senza dubbio una delle migliori avventure di tutta la storia delle AG :mrviolet:
Grazie Benito :mrviolet:
Immagine
Avatar utente
mary54
Messaggi: 55
Iscritto il: 27/03/2009, 21:36

Re: RECENSIONE: SYBERIA

Messaggio da mary54 »

Ho tutta la collezione di SIBERIA bellissimi, vale la pena giocarci
Avatar utente
syfer83
Messaggi: 347
Iscritto il: 06/06/2009, 13:54

Re: RECENSIONE: SYBERIA

Messaggio da syfer83 »

Complimenti per la recensione! Davvero bella!
Mi ha fatto tornare in mente tante emozioni di quando giocai a questo gioco stupendo!
Avatar utente
Violet
Messaggi: 65
Iscritto il: 12/08/2009, 18:21

Re: RECENSIONE: SYBERIA

Messaggio da Violet »

Leggendo questa recensione e sentendone parlare nel forum mi è venuta una voglia matta di giocarci!!! E spero che avvenga il + presto possibile :mrviolet:
Rispondi