RUNAWAY 2 - The Dream of the Turtle (RECENSIONE)

Le Recensioni delle Avventure Grafiche per PC.
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4637
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 69 volte

RUNAWAY 2 - The Dream of the Turtle (RECENSIONE)

Messaggio da Giuseppe »

Immagine Come anticipato già molte volte, eccoci finalmente al capolinea la Pendulos Studio si ripropone al pubblico con uno dei sequel più attesi dagli amanti delle ag, per soddisfare le aspettative di tutti quelli, che con cognizione di causa, rimasero colpiti da quello che fu il primo grande evento "Runaway a Road Adventure". Finalmente è arrivato Runaway 2 - The Dream of the Turtle con un'attesa durata ben cinque anni che in qualche modo ci ha quasi obbligati a parlare assiduamente del primo, facendoci le più disparate domande su come sarebbe stato il sequel. Preannunciamo fin da subito che non è necessario aver giocato il primo Runaway per capire questo sequel, se non per il fatto di ritrovare i nostri eroi Brian e Gina che, come al solito, hanno una predisposizione innata per cacciarsi nei guai. Sicuramente non sono gli unici nel mondo delle Ag e molti di voi ricorderanno le peripezie di Stobbard e Nico nella serie Broken Sword e tanti altri..sembra quasi che le coppie abbiano un buon successo sia nei film che nelle Adventures. Questa volta Bryan, con il quale abbiamo vissuto travolgenti situazioni, è stato arricchito nei tratti somatici, ha sempre l'aria del bravo ragazzo, ma anche quella dell'impavido e accattivante personaggio che ci farà vivere un'altra intrepida avventura, infatti, in questo nuovo episodio, Bryan e Gina stanno volando verso l'agognata vacanza alle Haway nell'isola di Mala, dopo le fatiche dell'avventura precedente. Potrebbe sembrare strano ma l'unico volo che sono riusciti a trovare è un idrovolante di un certo "Otto" risalente alle guerre puniche; inutile dire che a un certo punto del viaggio, il pilota ultrasettantenne si addormenta ai comandi e inevitabilmente l'aereo inizia a perdere quota; Bryan non esita a far indossare a Gina, da vero gentleman, l'unico paracadute esistente a bordo lanciandola dall'abitacolo, Bryan viene travolto dalla caduta di alcuni pacchi perdendo i sensi e si ritrova nella giungla miracolosamente salvo. Appena riprende i sensi si accorge subito che Gina è scomparsa e pure il pilota Otto di lui rimangono ben poche cose..... a questo punto è chiara la nostra mission impossible (non direi, Bryan è un tipetto furbo e geniale), ritrovare la beneamata Gina nell'immensità della foresta tra mille ed impervie situazioni, che ci faranno trascorrere momenti incredibili e particolari in luoghi incontaminati e incontrando personaggi alquanto bizzarri. Chiaramente salta subito all'occhio che se gli sviluppatori avessero scelto un aereo di linea invece che un "rottame volante", sarebbe stato un pò difficile e poco credibile inventarsi una situazione comico-paradossale che si cucisse addosso ai nostri protagonisti conoscendo i tipi credo che la scelta sia stata azzeccata. Non crediate che tutta l'avventura sia racchiusa nell'isola di Mala sarebbe troppo banale!! Dovrete sfidare le zone fredde e nevose dell'Alaska e non aggiungo altro per non togliervi il gusto di scoprire tutti i risvolti di questa incredibile avventura.....o forse si??....tipo che la storia ha inizio e scusate il gioco di parole a fine storia, quando in una situazione impervia, occorrerà un aiuto e da qui partirà un'altra escalation di situazioni, che ci faranno scoprire che gli alieni non sono poi tanto lontani, che Gina si trova in una situazione a dir poco .....catatonica, che "qualcosa" ci svelerà molte situazioni del presente e che il salto nel passato non è solo virtuale, ma veramente concreto....insomma un bel da fare per un tipo intraprendente come il nostro amico Bryan che dovrà catapultarsi da una zona all'altra. Come ogni avventura che si rispetti avrete a che fare con molti personaggi come la sensualissima Lokelani truccatrice di Hollywood che è scappata dal mondo fatuo per ritrovare la serenità su quest'isola misteriosa, tanti amori ma un unico compagno di viaggio un pappagallo Aolani. Il burbero colonnello Kordsmeier, un monaco silenzioso ed enigmatico ma a dir poco spiritoso, che si dimostrerà il vero fulcro della storia. Un giovanotto versatile ed affascinante che tanto sa fare...ma ahimè è troppo smemorato al punto da dimenticare anche il nome del suo figlioletto,il tizio in questione è Koala... poi un soldato che vi fa venire voglia di comandarlo di continuo, per come è simpaticamente ubbidiente!!!!! Inoltre abbiamo la bella e senza scrupoli Tarantola alias Andrea Hickock amante solo ed esclusivamente delle sue bestioline che sarà la causa di non pochi problemi, per non parlare di Archibald lo Chef, la cui particolarità oltre a cucinare e a camminare a piedi nudi sulla neve è la prolissa dialettica che mette a disagio il più esperto dei letterati! Anche questa è un avventura punta e clicca in terza persona ( per l'immane felicità di chi ama il genere), ma soffermiamoci sulla grafica, che fu uno dei perni del primo episodio e, com'era logico aspettarsi, è sulla stessa linea naturalmente migliorata. Come il predecessore, grazie alla bravura di disegnatori di altissimo calibro, è stata tutta realizzata a mano e passata al pc con risultati veramente interessanti colori brillantissimi e corposi in simbiosi perfetta, ricchi di sfumature che procurano molta profondità ai fondali. Il 3d delle scene filmate è entusiasmante come il 2D dei fondali, quindi devo essere sincera e da estimatrice del genere cartoon affermo che è molto particolareggiata, con belle prospettive, ottime presentazioni del paesaggio, foreste rigogliose, spiagge immense e un clima anche quando sembrerebbe impervio, alquanto rilassato. Tutto è stato curato nei minimi dettagli e veramente sembra di assistere a un vero cartoon televisivo ad eccezione purtroppo dei personaggi sono sicuramente ben fatti e particolareggiati, ma i loro movimenti non sono fluidi e risultano alquanto rallentati ad esclusione delle scene di intermezzo dove veramente si rasenta la perfezione. Ultimo appunto, non propriamente positivo, devo farlo per le inquadrature del gioco indubbiamente con una buona regia, ma Bryan spesso e volentieri si posiziona davanti all'oggetto da raccogliere rendendo fastidiosa e difficile l'interazione. Ultimamente sembra che sia un difetto di molti sviluppatori non concentrarsi in particolar modo sui personaggi, sembra quasi che le priorità siano altre e non si tiene conto che il personaggio principale e le sue spalle, sono quelli che saranno presenti in tutto l'arco del gioco e quindi risulta inevitabile che il nostro occhio cadrà quasi sempre su di loro. Con questo non voglio dire che sono mal fatti, ma solo che un pizzico di cura nei movimenti avrebbe aggiunto un tocco di classe in più.
Immagine Immagine
Un accenno marcato devo farlo anche per quanto concerne il sonoro e per le musiche di sottofondo, che anche se ripetitive, sono abbastanza soft da non creare problemi di sorta direi sopportabili, si adeguano perfettamente a tutto l'insieme e fanno da cornice alle voci con un doppiaggio fatto anche questo in maniera sublime e con un ottima intonazione che caratterizza la personalità dei personaggi. A occuparsene è stata la società di localizzazione Jinglebell, che ha assoldato un'equipe di quaranta doppiatori tra attori, produttori e tecnici, che negli ultimi mesi ha visionato le centinaia di pagine di sceneggiatura fornita da Péndulo Studios e ha lavorato per dare vita a un'avventura i cui dialoghi durano oltre dieci ore. "LUCA SANDRI", per qualcuno forse questo nome non dice nulla, mentre alcuni sapranno che si tratta di un famosissimo doppiatore nostrano che ha dato la sua voce a tantissimi personaggi del cinema, telefilm, cartoni animati e videogiochi. Per intenderci ha doppiato "Oscar" in Syberia, detto questo vi lascio immaginare da quale voce sarà caratterizzato Bryan. Gina è doppiata da Marisa della Pasqua, anche lei veterana di doppiaggi cinematografici e televisivi questa è la sua prima esperienza in videogiochi e il debutto non poteva essere migliore.Per quanto riguarda gli enigmi, sono molto particolari, a volte seguono una deduzione logica, altre vi porteranno ad agire d'istinto, poichè sarà interessante la soluzione che vi verrà prospettata, anche se le scene e le sequenze vi daranno una grande mano d'aiuto. Gli oggetti nelle scene sono come nel primo episodio ben nascosti e spesso scoprire nello scenario tutto ciò che si muove e si può toccare, magari vi distoglierà lo sguardo da ciò che palesemente avete sotto al naso, quindi un mio consiglio è OCCHIO a tutto, VIGILE e ATTENTO, e scoprirete quanto i disegnatori si sono divertiti a confonderci/vi le idee. Diciamo fin da subito che è un'avventura vecchio stile nessun macchinario da attivare, nessun calcolo strano da fare, nulla da decifrare, ma solamente raccogliere oggetti, combinarli nell'inventario e usarli nel posto giusto. L'enigma in sè è parlare di tutto con tutti senza tralasciare nulla, perchè una risposta sbagliata vi porterà in fase di stallo e dovrete ricominciare il dialogo da questo lato è abbastanza stressante, ma gli avventurieri vecchio stampo sicuramente ci saranno abituati, non dimenticando certo alcuni titoli dove il dialogo stava alla base di tutto. I tempi cambiano, ma come dimostra questo Runaway 2 ogni tanto tornare ad uno stile già collaudato ci da un senso di "Amarcord".Diamo un occhiata all'interfaccia gestibile dai due comandi in alto allo schermo un'obbiettivo dove potrete controllare cosa avete raccolto durante il vostro cammino e una macchina fotografica per le classiche opzioni comprensivo naturalmente dei frame che avete salvato e di quelli che potrete salvare. Tutto gestibile col mouse dove il puntatore è quasi sempre un mirino a seconda delle cose da fare sarà una lente d'ingrandimento per osservare qualcosa, una freccia per proseguire sul vostro cammino, una nuvoletta se potrete parlare, una mano per prendere un oggetto e interagire con esso. Gli oggetti raccolti potranno essere combinati tra di loro con il classico sistema di trascinamento di uno sopra l'altro e per posizionarli nell'inventario è sufficiente prenderli e trascinarli nella barra nera superiore. Il tasto "Esc" permette di entrare nella zona di alcuni settaggi e di poter vedere un trailer dell'episodio precedente per chi se lo fosse perso, contando che la confezione contiene ben 2 Dvd di cui uno contiene il primo Runaway.
Immagine Immagine
Insomma come ho già detto e lo ripeto nuovamente Runaway2 the dream of the turtle è un gioco che gusterete passo passo, fino a riuscire a carpirne tutte le meraviglie, specialmente dal punto di vista visivo, restando incantati dalle scene, dalla grafica, dall'invettiva e dal clima leggero e sfrontato che avete amato nel primo straordinario episodio. Naturalmente alcuni difettucci ci sono, inutile negarlo poca cura nei movimenti dei personaggi, enigmi che non riflettono il senso del termine e sopratutto consideriamo che si tratta di un gioco non molto longevo, anche se suddiviso in sei capitoli, che attesto intorno alla quindicina di ore per i più maldestri che si perderanno nei dialoghi, gli altri lo termineranno in una decina. Questo andava detto per dare una visione totale di tutto e in definitiva non posso che elogiare questo titolo, che di positività ne ha molta, permettendoci di passare qualche ora spensierata divertendoci. Parola di Raggio!!!!!!

By Linfadoro
VOTO: 85%

Soluzione
Savegame
Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10690
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: RUNAWAY 2 - The Dream of the Turtle

Messaggio da Electranovembre »

Bravissimna Linfa bacbac aa ottima recensione :mrviolet:
Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: RUNAWAY 2 - The Dream of the Turtle

Messaggio da mammapina »

Si Linfadoro sei bravissima e hai fatto un'ottima recensione bacbac ho questo gioco,ma ancora devo giocarlo,mentre il primo l'ho finito da un bel pò!!
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Violet
Messaggi: 65
Iscritto il: 12/08/2009, 18:21

Re: RECENSIONE: RUNAWAY 2 - The Dream of the Turtle

Messaggio da Violet »

Adoro questo gioco e se ero iscritta prima a questo sito ne avrei parlato di più :mryellow:
Comunque ottima recensione descrive nei dettagli questo fantastico gioco che io ho finito da un bel pò di tempo :mrviolet:
Comunque complimenti ancora!!!!!!!!!!!
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10690
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: RUNAWAY 2 - The Dream of the Turtle

Messaggio da Electranovembre »

Violet il fatto che questo gioco sia uscito da un po' di tempo non vuol dire che tu non possa parlarne...a un sacco di gente è piaciuto e ora stiamo aspettando tutti il 3 :mrviolet:
Immagine
Avatar utente
Violet
Messaggi: 65
Iscritto il: 12/08/2009, 18:21

Re: RECENSIONE: RUNAWAY 2 - The Dream of the Turtle

Messaggio da Violet »

Già e sono contenta che è piaciuto a molte persone!
Comunque ho letto su qualche sito che dovremmo aspettare ancora un pò per il terzo
Spoiler:
Visto che il secondo non è finito in realtà
Avatar utente
Niki
Messaggi: 6393
Iscritto il: 19/05/2009, 14:15
Ha espresso il “Mi piace”: 54 volte
Mi piace ricevuti: 26 volte

Re: RECENSIONE: RUNAWAY 2 - The Dream of the Turtle

Messaggio da Niki »

Se deve arrivare un terzo, benvenga anche se, il secondo non ho ancora avuto il tempo di cominciarlo. ;-)
Si somma oramai alle tantetroppe avventure che ho accumulato. ;-)
Questo non toglie che ho letto ugualmente l'ottima rece di Linfa.
Complimenti. ;-)
la verità e là fuori, ma non fidatevi di nessuno...

Immagine
Avatar utente
davidwilding
Messaggi: 5578
Iscritto il: 18/04/2009, 23:11
Ha espresso il “Mi piace”: 10 volte
Mi piace ricevuti: 1 volta

Re: RECENSIONE: RUNAWAY 2 - The Dream of the Turtle

Messaggio da davidwilding »

si una gran bella serie:
ironica divertente e intrigante questa di Runaway :lol: :lol: :lol:
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4637
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 69 volte

Re: RECENSIONE: RUNAWAY 2 - The Dream of the Turtle

Messaggio da Giuseppe »

Già e sono contenta che è piaciuto a molte persone!
Comunque ho letto su qualche sito che dovremmo aspettare ancora un pò per il terzo
Spoiler:
Visto che il secondo non è finito in realtà
Anche noi l'abbiamo detto, QUI
Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Rispondi