FLIGHT OF THE AMAZON QUEEN (RECENSIONE)

Le Recensioni delle Avventure Grafiche per PC.
Rispondi
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4637
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 69 volte

FLIGHT OF THE AMAZON QUEEN (RECENSIONE)

Messaggio da Giuseppe »

Immagine

Nel ‘94 L’Interactive Binary Illusion rilasciò per PC e Amiga questa fantastica avventura grafica con classica interfaccia punta e clicca in completo stile Lucas. Finalmente dal 2004 questo gioco è stato rilasciato freeware dai suoi autori, entrando quindi nella lista dei giochi supportati dallo ScummVM. Erano bei tempi quelli per le Ag e nessuno potrà mai dimenticare le valanghe di uscite che hanno allietato le nostre giornate. Non certo per sminuire le Ag di oggi, ma detto sinceramente non si respira più quel profumo e se veramente si vuole gustare l’avventura nel vero senso della parola, bisogna rifugiarsi ogni tanto in questi retrogames che ancora profumano di tenero amarcord. I tempi erano quelli della Lucas Art, della Sierra che sfornavano capolavori che ancor oggi sono quotati e mi riferisco ai vari Broken, Indiana, Monkey e tanti altri e non da meno questo Flight of the Amazon Queen, dove l’eroe sarà un pilota squattrinato e sempre in cerca di guai che all’anagrafe risponde al nome di Joe King. Pilota a noleggio del suo aereo dal nome appunto di Amazon Queen (regina delle amazzoni) insieme al suo fido meccanico Sparky. Siamo nel ’49 e Joe deve portare una nota star, Faye Russell, in luogo non propriamente noto, in cui dovrà svolgere un classico safari fotografico. Come da classico durante il volo scoppia un temporale e l'aereo, colpito da un fulmine, deve per forza di cose fare un atterraggio di fortuna. Joe, da buon comandante, rassicura Sparky e Faye che troverà una soluzione e di non muoversi da dove sono..credete lo faranno?? Inizia ad esplorare l’isola e fa conoscenza con abitanti indigeni, vari animali parlanti, missionari, commercianti e quant’altro, i quali gli comunicano che la loro principessa Azura è stata rapita e rinchiusa negli stabilimenti di una certa "Floda". Una ditta che produce pantaloni alla zuava..( nella jungla amazzonica?) e pian piano scoprirà che si tratta solo di una copertura del dottor Ironsteil che in base ai suoi studi ed esperimenti su mutazioni genetiche, vuole creare un esercito di uomini-dinosauro per conquistare il mondo. Joe ne viene coinvolto e parte alla ricerca della principessa che dovrà essere liberata e naturalmente fermare il cattivo di turno. Forse può sembrare una trama banale, ma vi garantisco che è talmente intrinseca e ben orchestrata che appassionerà fino alla fine, amerete tutti i personaggi perché hanno una loro personalità, una buona dose di humor e demenzialità che accompagna tutto il gioco.
Immagine Immagine
Graficamente ha un’inquadratura in terza persona in ambienti 3D, ovviamente non quello di oggi ma dell'epoca. Ambienti molto colorati e abbastanza ben definiti ( non dimenticate che si sta parlando del ’94).. al giorno d’oggi sembrano sicuramente antiquati, ma al tempo non era così e nemmeno più di tanto oggi, perché la “sgranatura”, tipica di giochi datati con una palette a 256 colori, non è molto evidente e si presenta molto bene all’occhio. Scenari abbastanza completi come particolari con ogni cosa al posto giusto e una buona definizione. Anche i personaggi sono belli a vedere, non certamente altamente definiti e si nota fin da subito, ma sono abbastanza compatti da non evidenziare più di tanto le famose “seghettature” che possono avere le linee di contorno. Di personaggi ne incontrerete parecchi e ognuno con la sua personalità, dallo scienziato pazzo rigorosamente tedesco, agli esploratori che si definiscono tali e invece sembrano ad una scampagnata, alla “compagna” di avventura, la diva Faye, viziata e con la puzza sotto il naso..insomma un bel miscuglio che vi strapperà qualche bel sorriso per la loro demenzialità Sono presenti pure alcuni filmati molto belli fluidi e specialmente quelli iniziali, dove Joe deve liberarsi per non esplodere e quello inerente il volo. Scarsi invece quelli di transizione che si limitano solamente a piccoli interventi ma sempre di buona fattura. Il sonoro..beh..forse questa è la piccola nota dolente: poche musichette ed effetti sonori, tutto carino ma sicuramente il minimo indispensabile. Devo fare una piccola precisazione: questa recensione è fatta sul gioco in versione floppy, quindi non c’è parlato ma solo sottotitoli in italiano, invece nella versione Cd, rilasciata successivamente, vi è il parlato in inglese con sottotitoli in italiano. A questo punto ci si aspettano le classiche parole: il cursore cambia la forma in base a……in questa tipologia di giochi il cursore è di forma unica e in questo caso una freccia, che posizionata nei punti attivi, evidenzierà la scritta di cosa si tratta in una barra nera nella parte inferiore e per prima cosa indicherà l’azione consigliata; se è un sentiero si vedrà: vai verso il sentiero, un animale: guarda l’animale..e così di seguito. Per interagire con l’ambiente e quindi persone, animali o cose, in basso vi è un grande pannello con le icone dei comandi: apri, chiudi, sposta, dai, guarda, prendi, parla e usa. Ogni azione da compiere dovrà passare inevitabilmente da questi comandi, quindi per prendere un qualcosa si deve prima cliccare sul comando “prendi” e poi sull’oggetto e così di seguito per le altre voci.
Immagine Immagine

L’inventario è sulla parte destra dello stesso pannello dove si potranno vedere solo 4 oggetti per volta, due frecce danno la possibilità di scorrere e vedere gli altri. Questo pannello è abbastanza grande e di conseguenza tutti gli oggetti sono in bella evidenza con il nome di ognuno appena si posiziona sopra il mouse e potranno essere combinati tra di loro. Per accedere alle opzioni si deve premere il tasto “F5” dove si potrà regolare il volume del sonoro oppure escluderlo, abilitare o disabilitare i sottotitoli e le classiche di salvataggio e caricamento. Gli slot di salvataggio sono numerosi e sono contrassegnati da lettere che vanno dalla “A” fino alla “J” e ognuna contiene 10 slot per un totale di 100; una particolare attenzione bisogna prestarla al fatto di salvare: non vi è la voce “salva” ma bensì “ registra posizione” e la cura è di selezionare prima uno slot vuoto, premere su “registra posizione”, inserire la descrizione e poi confermare; in automatico si ritornerà al gioco. Vi sono altre due funzioni da fare attenzione onde evitare di uscire dal gioco inavvertitamente e magari senza aver salvato: “Chiudi” e “Smetti”, mi sto riferendo al fatto che se si entra e poi si decide di non salvare, oppure se si è entrati per qualche regolazione, a questo punto se si preme “ Chiudi” si ritorna al gioco, invece con “Smetti” si esce totalmente dal gioco. Può sembrare un po’ complesso detto in questo modo, ma vi garantisco che non è come non lo sono gli enigmi che si attestano nella fascia media, nulla di irrisolvibile o particolarmente difficile e nella maggior parte dei casi solo situazioni da risolvere e piccoli favori da fare a qualcuno portandogli ciò che gli serve, quindi un bel girare, osservando tutto, parlando con tutti esaurendo sempre gli argomenti. In alcuni casi nei dialoghi non si arriva all’obbiettivo perché non è stata domandata la cosa giusta, basta armarsi di pazienza e riprovare. Le locazioni da visitare non saranno molte perché tutto è concentrato sull’isola, quindi dal campo dei pigmei, alla giungla e fino alla fabbrica di soda; da tener presente che bisognerà girovagare parecchio da una locazione all’altra, perché le situazioni da risolvere non sono limitate a una certa zona ma è tutto collegato con altre.
Fligth of the Amazon Queen è un piccolo capolavoro che non si discosta di molto dai vari Monkey e Indy. Ha il suo giusto grado di comicità e di demenzialità, il tutto condito con una splendida trama e un ottimo gameplay. Passerete almeno una buona decina di ore addentrati in un sapore di antico che solo i giochi di questo genere e di una certa epoca sanno dare.

Fatelo!!!!!!!!!!!!!!!!!

Voto: 88/100
Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: FLIGHT OF THE AMAZON QUEEN

Messaggio da mammapina »

Dev'essere bello questo gioco vero Giuseppe? Devo trovare il tempo per farlo :roll: e pensare che l'avevo già installato,poi il pc s'è guastato e ho perso un sacco di cose :sad:
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: FLIGHT OF THE AMAZON QUEEN

Messaggio da mammapina »

Ma :roll: ragazzi,nessuno che abbia giocato questa AG?? :roll: qualche altro commento?? :grin:
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
davidwilding
Messaggi: 5578
Iscritto il: 18/04/2009, 23:11
Ha espresso il “Mi piace”: 10 volte
Mi piace ricevuti: 1 volta

Re: RECENSIONE: FLIGHT OF THE AMAZON QUEEN

Messaggio da davidwilding »

Purtroppo non la conosco :neutral: ma è comunque un ottima recensione...grazie giuseppe ;-)
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10690
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: FLIGHT OF THE AMAZON QUEEN

Messaggio da Electranovembre »

Neanche io la conosco, ma a giudicare dalla recensione e dal voto chce ha preso deve essere proprio un ottimo gioco :mrviolet:
Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: FLIGHT OF THE AMAZON QUEEN

Messaggio da mammapina »

Ragazzi se vi viene voglia di provarlo :roll: non dovete fare altro che andare sulla sezione AG free e scaricarlo :lol:
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10690
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: FLIGHT OF THE AMAZON QUEEN

Messaggio da Electranovembre »

Ragazzi se vi viene voglia di provarlo :roll: non dovete fare altro che andare sulla sezione AG free e scaricarlo :lol:
Grazie Pina per il consiglio...peccato avere sempre il solito problema :sad:
Immagine
Rispondi