CULPA INNATA (RECENSIONE)

Le Recensioni delle Avventure Grafiche per PC.
Rispondi
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4637
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 69 volte

CULPA INNATA (RECENSIONE)

Messaggio da Giuseppe »

Immagine

Benvenuti in Culpa Innata nell’età del futuro, dove l’umanità vive in un’età dorata ottenuta con l'unione del mondo. Una società composta dall'élite di tutti i paesi, dove i cittadini sono catalogati secondo un indice di sviluppo e in base ai soldi che hanno, in modo da definire la loro condizione sociale. Essere altruisti è ritenuto un segno di debolezza che può essere di ostacolo al progresso come fu in passato. Prosperare, per la World Union, è una scienza, i crimini e le malattie sono praticamente inesistenti. Solamente ì più perspicaci ( ovvero i furbi) e i più ricchi sono ammessi a vivere nell'unione del mondo. Esiste però un’altra parte del pianeta votata al crimine e alla corruzione, con i loro cittadini che reclamano un posto nell'unione per una possibilità di vita migliore. La “Momentum DMT” vuole darci un segno, forse di speranza o solo di illusione per come sarà o dovrebbe essere il mondo nel futuro.Come sappiamo tutti, un mondo del genere forse è solo utopia e lo dimostra il fatto che questa “gabbia dorata” viene sconvolta dall’omicidio in Russia di un cittadino dell’unione. Naturalmente questo fatto è di un’enorme gravità se si considera che il crimine è stato estirpato, e di conseguenza le alte sfere sono chiamate in causa per capire cosa è successo. A questo punto entrate in gioco voi nei panni di un’avvenente fanciulla di nome Phoenix Wallis, nonchè ufficiale della “Forza di Pace” il vostro compito sarà di scoprire gli autori dell’omicidio e ovviamente anche le motivazioni. Dopo il colloquio con il vostro superiore Morssen ( anche lei donna), vi mettete subito al lavoro e dopo poco tempo scoprirete un altro omicidio nella città di Adrianapoli al confine tra l’Unione e la Russia ci sarà un collegamento tra queste due morti? Spetta a voi scoprirlo iniziando ad investigare e interrogare amici, conoscenti e soci delle vittime. La trama può sembrare banale scoprire gli autori e mandanti degli omicidi..non è proprio così..non bisogna dimenticare che siete in un mondo al limite della perfezione, quindi il vostro compito non sarà solamente di indagare e basta, ma dovrete anche essere molto diplomatici per non spezzare l’equilibrio esistente. Le vostre indagini vi porteranno a scoprire cose misteriose che potrebbero minare il vostro credo verso questo mondo che avete deciso di difendere. Dovrà quindi venir fuori la personalità di Phoenix, combattere spiritualmente verso chi vuol portarvi a credere che i vostri ideali non sono coerenti con il resto del mondo. Oltre tutto questo non dovete dimenticare i vostri compiti di Ufficiale della “Forza di Pace” mantenere l’equilibrio e controllare l’immigrazione interrogando chi vuole unirsi alla “World Union”, per scoprirne le sue reali intenzioni e di conseguenza accettarlo oppure no.
Immagine Immagine

Essendo un mondo avanzato mi aspettavo di vedere effetti speciali, palazzi cubici, grafica 3D da urlo..invece la mia delusione è stata molta e definirla “grafica spartana” sicuramente sarebbe stato esagerato, quindi preferisco dire al di sotto della media. La maggior parte delle locazioni sono spoglie, disegnate in maniera semplice e colorate forse troppo, risultando fastidiose dal punto di vista estetico e non amalgamandosi bene con l’ambiente; esempio lampante è la metropolitana dove sembra sia stata creata da un ragazzino delle elementari. Chiaramente non tutte le locazioni sono così alcune sono ben fatte sicuramente, ma si nota la mancanza di cura, poco dettagliate, tutto maledettamente squadrato e senza alcuna profondità. Si nota chiaramente che i fondali sono da “natura morta” e i personaggi sono incollati sopra..si lo sappiamo che la tecnica è questa, ma non si dovrebbe notare!!! Nessuna innovazione tecnica, nessun abbellimento particolare, ma tutto messo solo per riempire, senza tener conto che la grafica riveste un ruolo fondamentale in qualsiasi gioco e questo titolo non rispecchia in maniera adeguata questo componente importante. Il personaggio principale Wallis, direi che abbastanza ben fatto e per alcuni tratti mi ha ricordato “Kate” in Syberia per le sue movenze, per lo sguardo e per la figura in sé..e qui capite che si tratta di un gioco in terza persona..non parliamo delle persone inattive che riempiono alcune locazioni perché non meritano nessuna indicazione..vi lascio immaginare. Per fortuna che le numerose “Cut-Scenes” ci ripagano della delusione grafica molto belli, curati e fluidi con i personaggi in primo piano veramente ben fatti. Stesso discorso per il comparto audio musiche ripetitive e non molto azzeccate rispetto al momento del gioco; anche se in alcune locazioni interne devo dire che rispecchiano adeguatamente l’importanza dell’ambiente e la musica diventa più “soft”. In alcuni casi interviene al momento giusto per evidenziare una situazione, ma in altri sono completamente inadeguate..ditemi cosa c’entra una musica “tecno” in un corridoio.

Gli effetti sonori sono sporadici e intervengono nei soliti momenti già visti e rivisti in altri giochi meccanismi, il rumore dei passi di Wallis, anche se a volte si sentono prima che inizi a camminare e non sempre sono coordinati col movimento. Per fortuna che la localizzazione in italiano e abbastanza pregevole, tranne in alcuni casi; d’altronde non si può pretendere di avere sempre la voce giusta al personaggio giusto, accontentiamoci del fatto che non è solo sottotitolato.La prima cosa che dovrete fare è di trovare il PA ( Personal Assistance) che non è una persona, ma un piccolo strumento tecnologico che risulterà utile per tutto l’arco del gioco. Una volta trovato si attiverà con il tasto destro del mouse e avrete subito in primo piano gli oggetti del vostro inventario, è sufficiente selezionarne uno e lo vedrete in 3D in un riquadro sulla destra. Sopra questo riquadro ci sono due icone un ingranaggio che serve per utilizzare l’oggetto e una specie di “i” che serve per analizzarlo in tutte le sue parti. Il PA naturalmente ha altre funzionalità che sono esposte in alto, iniziamo dalla prima La Lista dei Contatti, dove vedrete tutte le persone che avete contattato fino a quel momento con la loro descrizione.

Immagine Immagine

L’inventario che abbiamo già visto e La Mappa di Navigazione dove ci sono tutte le locazioni a cui potrete accedere. Il Diario che risulta di un’importanza rilevante in quanto si annotano tutte le cose fatte e da fare. Per ultimo le classiche opzioni si salvataggio, opzioni grafiche dove potrete cambiare la risoluzione, anti-aliasing e attivare i sottotitoli. In audio potrete settare il livello della voce, della musica e degli effetti. Il cursore è una mano con l’indice alzato e assume le forme di quello che potrete fare una lente per osservare, delle orme per entrare in una struttura, una freccia per andare in locazioni attive e una mano per prendere. Devo spendere ancora due parole riguardo alle locazioni indicate dalla freccia di direzione spesso e volentieri, anzi diciamo sempre, quando andate in una di esse, il personaggio non di ferma appena entra in quella nuova ma continua il suo movimento facendo perdere di vista particolari che devono essere osservati. Consiglio quindi di non usare il “doppio click” per correre, ma di camminare per evitare di perderli…anche questa è una grave pecca. Culpa Innata non è lineare, quindi non si tratterà di rimanere in quella locazione senza uscirne se non dopo aver fatto tutto. Progredendo nel gioco compariranno sulla mappa le nuove locazioni trovate, dandovi così la possibilità di esplorarle e parlare con persone diverse. Gli eventi possono essere risolti in modi differenti e spesse volte saranno in base alle domande fatte nelle conversazioni. Quando parlate con qualcuno vi è concesso soltanto fare alcune domande prima della conclusione del dialogo e potete comunicare soltanto una volta al giorno con quella persona. Se scegliete le domande inesatte, dovrete continuare la conversazione un altro giorno per ottenere le informazioni utili che state cercando. Phoenix è un essere umano quindi ha bisogno di riposare e al termine della giornata dovrete andare nella vostra casa e scegliere se andare a letto oppure cambiarvi d’abito e andare in un locale dove verrete a contatto con la vostra amica Sandra per parlare di tutto e anche di cose relative al caso. Non si tratterà solo di investigare e basta, gli enigmi ci sono..certo! Dico subito che siamo a livelli medio-bassi, nulla di cervellotico se non in alcuni casi, ma per la maggior parte sono già visti e rivisti e porto alcuni esempi fare un identikit di un volto, aprire serrature con una forcina per capelli oppure premendo una serie di pulsanti, risolvere il cubo di Rubik peraltro molto semplice, ripristinare un circuito su un pannello elettrico..e cosi via..Da questo lato direi che i programmatori non si sono impegnati più di tanto e solo in qualche caso avrete il vostro bel da fare per risolverli. Quello che invece vi accompagnerà durante tutto l’arco del gioco sono i dialoghi e le lunghe camminate; lo svolgimento dell’avventura è basato su questo parlare, parlare e ancora parlare..per fortuna che non siamo a livelli stressanti con dialoghi che durano minuti, ma sarà la chiave per proseguire ed alcune azioni saranno possibili se farete le domande esatte, altrimenti dovrete trovare un’altra strategia per proseguire. Pure le camminate non sono risparmiate e molte volte vi troverete in aree immense con un’evidente sproporzione tra le costruzioni e le persone..voi compresi.

Iniziato il gioco credevo di arrivare al punto di amarlo la presentazione iniziale mi stava facendo questo effetto..man mano che proseguivo, questa sensazione poi si affievoliva notando la scarsità grafica e sonora, poi risaliva gustando la trama che mi avvolgeva. La storia è commovente con parecchie sfaccettature che mantiene incollati al monitor, ma purtroppo questo non è sufficiente, altre cose devono incidere per considerarlo almeno oltre la media e Culpa Innata a mio parere non è uno di questi. Sia ben chiaro che si tratta di una mia considerazione personale, altri magari non condivideranno queste mie opinioni, infatti se vogliamo dirla tutta e parliamo del gioco riferito solo a sé stesso, allora possiamo dire la trama è appassionante, investigativo del futuro, non lineare e quindi potrete spaziare a vostro piacimento, enigmi medio-bassi , protagonista principale con una sua personalità che dovrà combattere a volte con il suo alter ego..beh se la mettiamo così abbiamo tra le mani un bel gioco, ma se analizziamo bene tutti i punti allora siamo nello standard.

Si poteva fare meglio.

Voto: 69/100
Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: CULPA INNATA

Messaggio da mammapina »

Complimenti per questa recensione :roll: devo decidermi a provarlo,prima o poi :grin:
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10690
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: CULPA INNATA

Messaggio da Electranovembre »

Splendida recensione come sempre giuseppe ....anche se mi sembra i capire che ci sono giochi molto meglio di questo :mrviolet:
Immagine
Avatar utente
Puccina
Messaggi: 1616
Iscritto il: 07/03/2009, 22:53

Re: RECENSIONE: CULPA INNATA

Messaggio da Puccina »

Complimentoni giuseppe un'ottima rece.
Ho già giocato a Culpa innata e se devo essere onesta mi trovo molto daccordo con quello ke ha scritto giuseppe
X quanto riguarda la grafica è vero ciò ke dice riguardo i fondali....tutt'altra storia x i xsonaggi ke a me invece sono piaciuti molto :razz:
In definitiva lo consiglio soltanto se non avete altro da giocare :neutral:
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: CULPA INNATA

Messaggio da mammapina »

:roll: altre opinioni?? :grin: io ancora non l'ho giocato e voi?? :grin:
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Niki
Messaggi: 6393
Iscritto il: 19/05/2009, 14:15
Ha espresso il “Mi piace”: 54 volte
Mi piace ricevuti: 26 volte

Re: RECENSIONE: CULPA INNATA

Messaggio da Niki »

Io l'ho fatto con la stessa passione che dedico a tutte le avventure. ;-)
Mi è piaciuto anche se, come leggo nella rece, non è esente da critiche,
resta il fatto che anche le più perfette, trovano sempre chi ha una critica da fare.
Comunque, niente da dire, piccola difficoltà inizialmente poi, capito quello che devi fare, il
tutto scorre abbastanza liscio. ;-)
Ottima rece Giuseppe. ;-)
la verità e là fuori, ma non fidatevi di nessuno...

Immagine
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4637
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 69 volte

Re: RECENSIONE: CULPA INNATA

Messaggio da Giuseppe »

Io l'ho fatto con la stessa passione che dedico a tutte le avventure. ;-)
Mi è piaciuto anche se, come leggo nella rece, non è esente da critiche,
resta il fatto che anche le più perfette, trovano sempre chi ha una critica da fare.
Comunque, niente da dire, piccola difficoltà inizialmente poi, capito quello che devi fare, il
tutto scorre abbastanza liscio. ;-)
Ottima rece Giuseppe. ;-)
Il gioco perfetto non è stato ancora fatto!
le critiche dovrebbero servire per migliorare.
Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Avatar utente
davidwilding
Messaggi: 5578
Iscritto il: 18/04/2009, 23:11
Ha espresso il “Mi piace”: 10 volte
Mi piace ricevuti: 1 volta

Re: RECENSIONE: CULPA INNATA

Messaggio da davidwilding »

Presenta delle parti ripetitive,ma credo sia passabile di un giudizio più alto a mio avviso,speriamo che nel secondo episodio le cose migliorino per l'agente Phoenix :roll: ;-) :lol:
Avatar utente
pinki
Messaggi: 2634
Iscritto il: 18/04/2009, 21:48

Re: RECENSIONE: CULPA INNATA

Messaggio da pinki »

io lo farei.... solo x il gusto di riuscire a fare un cubo di rubik!!!! :sud)
Rispondi