BENEATH A STEEL SKY (RECENSIONE)

Le Recensioni delle Avventure Grafiche per PC.
Rispondi
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4644
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 73 volte

BENEATH A STEEL SKY (RECENSIONE)

Messaggio da Giuseppe »

Immagine

Beneath a Steel Sky, che possiamo tradurre come "Sotto un cielo d'acciaio", è un'avventura grafica del 1994 sviluppata della Revolution Software e pubblicata dalla Virgin Interactive. Inizialmente distribuito per DOS e Amiga. Secondo gioco dopo Lure of the Temptress ad utilizzare l'engine grafico “Virtual Theatre”, appartenente alla Revolution. Beneath a Steel Sky era sia in versione floppy-disk che in versione CD-ROM e quest'ultima comprendeva anche il doppiaggio dei personaggi. Ambientato in Australia in un futuro in cui la Terra è stata danneggiata dall'inquinamento oppure da una guerra nucleare. Per sapere la storia dall’inizio è d’obbligo leggere il fumetto allegato ad alcune versioni del gioco creato da Dave Gibbons, dove un ragazzo, sopravvissuto ad un incidente aereo nella “Radura”, (nome assegnato all’entroterra australiano), viene adottato da un gruppo di indigeni che decidono di chiamarlo Robert Foster. Il tempo passa e Foster cresce imparando le dure leggi ed i modi di vivere in un ambiente arido, riuscendo a costruire n robot, di nome Joey. Un giorno il villaggio viene attaccato da truppe dalla città di Union City, Foster capisce che stanno cercando lui e si tiene nascosto; così facendo mette in pericolo la sua tribù e decide di consegnarsi in cambio della loro salvezza. Foster viene portato in elicottero alla cupola di Union City, quando accade un fatto a lui favorevole: l'elicottero ha un guasto e precipita sui piani alti della città permettendogli così di fuggire. Trova rifugio in un edificio vicino e dopo aver aggiustato Joey, si rende conto che l’intera città è comandata da un computer: LINC, si rende pure conto che in qualche modo è legato al destino di un uomo chiamato Overmann. Inizia così la sua avventura alla ricerca di risposte alle sue domande.
Immagine Immagine

Graficamente parlando siamo a buoni livelli con degli scenari in 2D e personaggi in terza persona anch’essi sempre in 2D, buoni i fondali abbastanza “ben riempiti” di particolari e discretamente colorati. L’impressione è buona indubbiamente, e potrà subito colpire la non “chiarezza” dei personaggi che non hanno quella grande definizione a cui siamo abituati..non dimentichiamo che stiamo parlando del ’94 e considerando l’anno, le animazioni sono ottime e frequenti. Prima di accennare al sonoro, preciso che sono uscite due versioni: Floppy e Cd, nella prima non vi è parlato ma solo sonoro e sottotitoli, nella seconda invece, oltre al sonoro e sottotitoli, è incluso anche il parlato. In entrambe le versioni le musiche di sottofondo sono semplici e ripetitive e gli effetti sonori sono limitati al minimo indispensabile. Non pretendiamo molto da un gioco datato e neanche dal lato enigmi che sono di bassa difficoltà anche se alcuni sono abbastanza divertenti e un paio un po’ ostici. La vera novità del gioco, come accennato all’inizio, è il “Virtual Theatre” che permette a qualsiasi personaggio non attivo di avere una vita propria, infatti li vedrete compiere le loro faccende indipendentemente da cosa farete voi, sicuramente una buona innovazione se non fosse per il piccolo difetto che a volte se dovete parlare con qualcuno di loro dovrete girovagare per molte locazioni prima di trovarlo..( magari era in bagno). L’interfaccia di gioco è abbastanza semplice e si usano i tasti del mouse per interagire o compiere qualsiasi azione. Tutto abbastanza immediato come l’inventario che si trova nella parte alta dello schermo, basta mettere il mouse in quella posizione e apparirà con tutti gli oggetti trovati che riveleranno il loro nome cliccandoli col tasto sinistro, per prenderli e usarli dove serve si usa il tasto destro.
Immagine Immagine

Una buona avventura grafica giocabile ancora al giorno d’oggi, una buona trama, longevità nella media e una grafica piacevole a vedersi. Defìcita in sonoro, enigmi nel senso di difficoltà e in locazioni di gioco che hanno un cerchio ristretto. Nel complesso siamo a buoni livelli e giocarla potrà sicuramente essere una valida alternativa a momenti di buio di Ag.
By Loretta

Voto: 65/100
Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: BENEATH A STEEL SKY

Messaggio da mammapina »

Complimenti Loretta una bella recensione!! Credo che sia un gioco carino da fare,in fondo quando un gioco ti fa passare un pò di tempo in maniera spassionata,credo valga la pena di farlo bacbac aa
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10690
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: BENEATH A STEEL SKY

Messaggio da Electranovembre »

Bravissima loretta ottima recensione bacbac aa ma si troverà ancora in giro?! :roll:
Immagine
Avatar utente
Puccina
Messaggi: 1616
Iscritto il: 07/03/2009, 22:53

Re: RECENSIONE: BENEATH A STEEL SKY

Messaggio da Puccina »

Bravissima loretta una rece davvero ben fatta bacbac
E devo dire ke al più presto lo giokerò xké mi attira parekkio :mryellow:
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: BENEATH A STEEL SKY

Messaggio da mammapina »

:roll: ma nessuno di voi, pur avendole a disposizione, gioca le AG free?? Se restate a corto di giochi, vi consiglio di provarne qualcuna, non ve ne pentirete!! Parola di......mamma!! :lol:
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Niki
Messaggi: 6395
Iscritto il: 19/05/2009, 14:15
Ha espresso il “Mi piace”: 58 volte
Mi piace ricevuti: 26 volte

Re: RECENSIONE: BENEATH A STEEL SKY

Messaggio da Niki »

L'ho fatto all'epoca, quando è uscito.
Probabilmente ero anche a corto di giochi, senza togliere nulla a questo. ;-)
Carino, senza nessuna pretesa, grafica non eclatante.
Ricordavo delle immagini molto squadrate, nella recensione invece, le vedo più belle e definite.
Chi non lo ha fatto, può ancora cimentarsi visto la facilità di reperire il game, oltre al fatto che non costa niente. ;-)
Brava Loretta. ;-)
la verità e là fuori, ma non fidatevi di nessuno...

Immagine
Avatar utente
pinki
Messaggi: 2634
Iscritto il: 18/04/2009, 21:48

Re: RECENSIONE: BENEATH A STEEL SKY

Messaggio da pinki »

Bravissima loretta ottima recensione bacbac aa ma si troverà ancora in giro?! :roll:
electra è un'Ag Free...la puoi trovare nell'apposita sezione.. bacbac
allora ci prvo anch'io bacbac grazie loretta (anche se mi perderò cercando quelli che "girano" per il gioco.. ) :lol:
Rispondi