AGON THE LOST SWORD OF TOLEDO (RECENSIONE)

Le Recensioni delle Avventure Grafiche per PC.
Rispondi
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4632
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 64 volte

AGON THE LOST SWORD OF TOLEDO (RECENSIONE)

Messaggio da Giuseppe »

Immagine

“The Lost Sword of Toledo” è il quarto episodio degli sviluppatori ungheresi “Private Moon Studios”. La serie ha debuttato nel settembre 2003 e ci ha fatto conoscere il professor Samuel Hunt, storico e detective. Inizialmente furono sviluppati tre episodi separati: “London Scene”, proseguì nel 2004 con “Aventures in Lapland” e “Pirates of Madagascar”. A distanza di tempo questi tre giochi vengono uniti in una trilogia unica dal titolo “Agon Il Codice del mistero”.

L'anno è il 1903 e abbiamo lasciato il Prof. Hunt, alle dipendenze del British Museum, per trovare una serie di giochi da tavolo mistici. La sua ricerca comincia a Londra per inoltrarsi nella gelida Lapponia e infine nel torrido Madagascar.

Immagine

Agon narra le incredibili vicende del professor Hunt, divise in capitoli che permettono alla storia di essere raccontata in una serie di giochi d’avventura. I viaggi del professore lo condurranno in dodici diverse ambientazioni sparse per il mondo, dove dovrà imparare le regole di giochi da tavolo dimenticati e rimuovere le maledizioni che gravano sulle famiglie che li custodiscono, indicate sulla lastra di granito, in modo da riportare i giochi all'umanità ed esibirli nel museo. Trovare i guardiani dei giochi e le loro regole non sarà facile e le informazioni raccolte comporranno una leggenda che narra di un terribile destino… In “The Lost Sword of Toledo”, il professor Hunt arriva nella pittoresca città spagnola di Toledo dove il tempo sembra scorrere più lentamente. Strade strette, piazze dall’atmosfera medievale, silenzio e tranquillità regnano sovrani. Ben presto, però, il professore verrà a conoscenza di intrighi familiari e strani crimini che stanno turbando la quiete del posto. Il discendente della famiglia indicata sulla lastra è stato arrestato con l’accusa di avere rubato un tesoro e Samuel Hunt sarà costretto a dipanare l’intricata matassa per raggiungere il suo obiettivo. La ricerca è resa ancora più difficile dal momento che alcuni personaggi hanno portato i loro segreti con sé nella tomba. Per poter trovare il prossimo gioco da tavolo, indispensabile per la sua ricerca, il professor Hunt dovrà recuperare un oggetto rubato, salvare un giovane innocente e fare luce sui misteri di una società segreta.
Immagine

Il precedente Agon era indubbiamente di un carisma diverso riguardo la tematica, ma in questo quarto episodio si esalta indubbiamente la grafica. Siamo di fronte ad una bellezza unica come fondali e modellazione. Tutte le volte che ci s’incammina per una locazione nuova, si ha la netta sensazione di entrare in un’altra meraviglia. Sicuramente verrà la voglia di soffermarsi a contemplarla. Peccato che tutto questo bel dire non riguardi i personaggi che lasciano molto a desiderare in quanto hanno ricevuto poca cura e poca caratterizzazione. Per quanto riguarda il sonoro siamo nello standard, nulla di eclatante ma neanche di bassa lega. Ogni tanto qualche “schitarrata” per aumentare un po’ l’ansia di alcuni momenti. Una buona impressione sulle voci in inglese, una buona sottotitolazione in italiano anche se non esente da errori a volte continui su una stessa frase, e dialoghi molto lunghi a volte estenuanti.
Immagine

Peccato che tutto questo bel dire non riguardi i personaggi che lasciano molto a desiderare in quanto hanno ricevuto poca cura e poca caratterizzazione. Per quanto riguarda il sonoro siamo nello standard, nulla di eclatante ma neanche di bassa lega. Ogni tanto qualche “schitarrata” per aumentare un po’ l’ansia di alcuni momenti. Una buona impressione sulle voci in inglese, una buona sottotitolazione in italiano anche se non esente da errori a volte continui su una stessa frase, e dialoghi molto lunghi a volte estenuanti. Sicuramente sarete un po’ delusi a questo punto, per venirvi incontro vi garantisco che il tutto sarà compensato dagli enigmi che alcune volte non daranno tregua ai neuroni, anche se non siamo a grandi livelli: premere pulsanti secondo una certa sequenza, spostare levette, trovare indicazioni da libri o documenti. L’enigma più impegnativo forse è quello del cannocchiale, su cui si dovranno fare particolari azioni per ricomporre delle figure. Siamo abbastanza lontani dagli enigmi degli altri episodi in cui alcuni erano veramente impegnativi, difficile dimenticare i giochi da tavolo dove bisognava vincere. Interfaccia di gioco molto simile alla precedente con pochissime innovazioni. Prima persona con rotazione a 360° e le tre voci principali: Menù, Files e Inventory sempre presenti su qualsiasi schermata di gioco.
Immagine

Siamo di fronte ad un clone dei precedenti ma, in fin dei conti, le cose da “cambiare” dovrebbero essere altre e in questo caso dal lato grafico è stato fatto un notevole miglioramento. Non si può dire la stessa cosa dell’audio che non esalta sicuramente, intervenendo sporadicamente insieme agli effetti sonori classici. Si poteva fare molto di più specialmente nella trama che poteva essere più apprensiva, vista la buona distribuzione delle fasi, ma abbastanza scontata e senza spessore. Chi ha giocato le precedenti avventure di Agon, non si aspetti una similarità in questo titolo che ha sicuramente delle buone cose, insieme purtroppo ad altrettante non dello stesso livello. Questo non significa che non debba essere giocato, in fine dei conti ha una buona longevità, una bella grafica e alcuni enigmi abbastanza complessi.

Si puo' fare!

Voto 69/100

Si ringrazia La BlueLabel per l'invio del gioco.
Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10690
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: AGON THE LOST SWORD OF TOLEDO

Messaggio da Electranovembre »

YES! WE CAN!!!!!!

Complimenti giuseppe
e grazie BLE :mrviolet:
Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: AGON THE LOST SWORD OF TOLEDO

Messaggio da mammapina »

Complimenti Giuseppe per l'ottima recensione!! E' stato piacevole leggerla e mi sembra che il gioco sia da fare, anche se qualche piccola pecca c'è sempre ne vale la pena ;-)
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
davidwilding
Messaggi: 5576
Iscritto il: 18/04/2009, 23:11
Ha espresso il “Mi piace”: 8 volte
Mi piace ricevuti: 1 volta

Re: RECENSIONE: AGON THE LOST SWORD OF TOLEDO

Messaggio da davidwilding »

io attualmente sto giocando all'episodio precedente ed è molto intrigante :roll: penso che giocherò anche questo,grazie per la scheda sempre dettagliata e precisa ;-)
Avatar utente
Linfadoro
Messaggi: 3371
Iscritto il: 05/03/2009, 16:57

Re: RECENSIONE: AGON THE LOST SWORD OF TOLEDO

Messaggio da Linfadoro »

Bella questa rece e bello il gioco...lasciatelo dire da me!! :twisted:
Avatar utente
mary54
Messaggi: 55
Iscritto il: 27/03/2009, 21:36

Re: RECENSIONE: AGON THE LOST SWORD OF TOLEDO

Messaggio da mary54 »

Bella recensione, bravo bancorn :dotto) l'ho sto giocando e mi piace......
Rispondi