Storie Di Tutti I Giorni

Discutete con moderazione su qualsiasi argomento ad esclusione dei giochi di qualsiasi genere e piattaforma.
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: Storie Di Tutti I Giorni

Messaggio da mammapina »

Albero di Natale!!!


Perché sulla punta dell'albero di Natale c'è un piccolo angelo?
Allora... è una lunga storia...
Una vigilia, Babbo Natale si stava preparando per il suo giro annuale. Non appena si infilò il suo paio di pantaloni rossi preferiti, questi si strapparono; allora dovette indossarne un altro paio che però gli stava stretto e gli rendeva i movimenti difficoltosi.
Andò nel reparto giocattoli per vedere come andavano i preparativi, ma... i folletti erano tutti in sciopero! Uscì per controllare le renne e si accorse che erano tutte ammalate.
Babbo Natale andò su tutte le furie. Entrò in cucina a prendere un bicchiere di vino per calmarsi un po' ma trovò la bottiglia vuota. Ora era veramente incazzato nero! Tutto ad un tratto si sentì bussare alla porta. Babbo Natale era troppo nervoso per prestare attenzione a quel rumore. Si sentì bussare di nuovo, ma questa volta più forte.
Babbo Natale andò verso la porta, rosso in viso, la spalancò e vide il piccolo angelo che chiedeva:
- Ciao, Babbo Natale! Ho qui l'albero... dove lo devo mettere?
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
pinki
Messaggi: 2634
Iscritto il: 18/04/2009, 21:48

Re: Storie Di Tutti I Giorni

Messaggio da pinki »

Albero di Natale!!!


Perché sulla punta dell'albero di Natale c'è un piccolo angelo?
Allora... è una lunga storia...
Una vigilia, Babbo Natale si stava preparando per il suo giro annuale. Non appena si infilò il suo paio di pantaloni rossi preferiti, questi si strapparono; allora dovette indossarne un altro paio che però gli stava stretto e gli rendeva i movimenti difficoltosi.
Andò nel reparto giocattoli per vedere come andavano i preparativi, ma... i folletti erano tutti in sciopero! Uscì per controllare le renne e si accorse che erano tutte ammalate.
Babbo Natale andò su tutte le furie. Entrò in cucina a prendere un bicchiere di vino per calmarsi un po' ma trovò la bottiglia vuota. Ora era veramente incazzato nero! Tutto ad un tratto si sentì bussare alla porta. Babbo Natale era troppo nervoso per prestare attenzione a quel rumore. Si sentì bussare di nuovo, ma questa volta più forte.
Babbo Natale andò verso la porta, rosso in viso, la spalancò e vide il piccolo angelo che chiedeva:
- Ciao, Babbo Natale! Ho qui l'albero... dove lo devo mettere?
:shock: :shock: Pina bacbac :lol: :lol: non risparmi nessuno!! :lol: :lol:
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: Storie Di Tutti I Giorni

Messaggio da mammapina »

Ma :roll: ragazze, non sono io l'autrice :roll: io mi limito a farvele leggere :lol: :lol: bacbac aa
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Ragnetto
Messaggi: 244
Iscritto il: 16/09/2009, 11:57

Re: Storie Di Tutti I Giorni

Messaggio da Ragnetto »

Dar retta al nostro prossimo, mostrargli “simpatia” senza pregiudizi né prevenzioni, può riservare sorprese molto gradite.

Di KENT NERBURN

Craig, un mio amico intimo e collega dell’università, comunicava energia e vitalità ovunque andasse. Focalizzava la sua attenzione su di te mentre gli parlavi e ti faceva sentire più importante che mai. La gente lo adorava. Un giorno d'autunno Craig ed io stavamo studiando: era una bella giornata piena di sole, e io guardavo fuori dalla finestra, quando scorsi uno dei miei docenti che attraversava il parcheggio.“Ecco uno che vorrei proprio evitare d'incontrare” dissi. “Perché?” chiese Craig. Gli spiegai che qualche mese prima ci eravamo lasciati in malo modo: io mi ero offeso per qualcosa che lui mi aveva detto, e a mia volta gli avevo risposto per le rime. “Inoltre” aggiunsi “non gli vado a genio. ” Craig guardò in basso verso il professore. “Forse hai capito male” disse. “Forse è proprio il contrario, e ti comporti così perché sei tu che hai paura. Probabilmente pensa di non piacerti, così lui ti è ostile. Alla gente piace la gente che l'apprezza. Se mostri interesse nei suoi confronti, lui farà altrettanto. Su, vai giù e parlagli. ”Rimasi colpito dalle sue parole. Decisi di fare una prova e scesi giù per le scale, diretto al parcheggio. Salutai l'insegnante con calore e gli chiesi come avesse passato le vacanze. Mi guardò, sinceramente sorpreso. Poi ci incamminammo chiacchierando, e non feci fatica a immaginare il mio saggio amico che ci guardava dalla finestra con un sorriso d'approvazione. Craig mi aveva fatto capire un concetto elementare, tanto elementare che non riuscivo a convincermi di non esserci arrivato da solo. Come la maggior parte dei giovani, mi sentivo insicuro, e temevo sempre il giudizio degli altri, mentre invece erano proprio gli altri a preoccuparsi di come li avrei giudicati io. Da quel giorno, invece di vedere - e temere - la critica negli occhi del mio prossimo, cercai di riconoscere la necessità che la gente ha di stabilire un rapporto, di comunicare e regalare agli altri qualcosa di sé. In questo modo ho scoperto un volto nuovo della gente, un volto che non avrei mai conosciuto altrimenti.
Avatar utente
Ragnetto
Messaggi: 244
Iscritto il: 16/09/2009, 11:57

Re: Storie Di Tutti I Giorni

Messaggio da Ragnetto »

IL BENE PIU' PREZIOSO
C'era una volta un pover'uomo che chiedeva qualche spicciolo all'angolo di una strada. era conosciuto da molti negozianti e passanti della zona come una persona mite e che non dava assolutamente alcun fastidio: si limitava con molta discrezione ad esporre il suo cappello ed un breve biglietto per raccontare la sua storia.
Con regolarità passava da lui un signore molto distinto, che si fermava a parlare con lui. All'inizion nessuno dei vicini ci fece caso, ma poi questa presenza periodica iniziò ad attirare l'attenzione.

Qualcuno notò che questo signore, sempre ben vestito, non lasciava mai neanche un soldo, e così incominciarono a circolare critiche di tutti i generi sulla "tirchieria" di questo personaggio. Tuttavia l'ometto sembrava sempre molto contento di vederlo.

Una volta uno dei negozianti presso cui il nostro ometto stazionava, dopo che il signore distinto fu andato via, gli chiese:
"Come stanno andando le entrate oggi?"
"Molto poco... anzi quasi nulla..."
In quel momento passò una signora che lasciò qualche centesimo... Al che il negoziante aggiunse con una punta di sarcasmo:
"Certo però che se almeno quel signore così distinto ti desse una frazione dei suoi averi, potresti evitare di stare qui tutto il giorno..."
"Oh, no, non è così - rispose l'ometto - Sai chi è quello? Quello è il presidente di una grande società: per parlare con lui la gente fa la fila per settimane. Ogni minuto del tuo tempo vale un sacco di soldi..."
"E allora? A maggior ragione dovrebbe dare di più..."
"Ma lui da di più... Mi dona ogni giorno il bene più prezioso che ha una cosa che non si riguadagna: un po' del suo tempo per ascoltarmi e per farmi sentire importante per qualcuno... E' qualcosa che non potrà più avere in nessun modo, perchè il tempo non ritorna..."
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: Storie Di Tutti I Giorni

Messaggio da mammapina »

IL BENE PIU' PREZIOSO
C'era una volta un pover'uomo che chiedeva qualche spicciolo all'angolo di una strada. era conosciuto da molti negozianti e passanti della zona come una persona mite e che non dava assolutamente alcun fastidio: si limitava con molta discrezione ad esporre il suo cappello ed un breve biglietto per raccontare la sua storia.
Con regolarità passava da lui un signore molto distinto, che si fermava a parlare con lui. All'inizion nessuno dei vicini ci fece caso, ma poi questa presenza periodica iniziò ad attirare l'attenzione.

Qualcuno notò che questo signore, sempre ben vestito, non lasciava mai neanche un soldo, e così incominciarono a circolare critiche di tutti i generi sulla "tirchieria" di questo personaggio. Tuttavia l'ometto sembrava sempre molto contento di vederlo.

Una volta uno dei negozianti presso cui il nostro ometto stazionava, dopo che il signore distinto fu andato via, gli chiese:
"Come stanno andando le entrate oggi?"
"Molto poco... anzi quasi nulla..."
In quel momento passò una signora che lasciò qualche centesimo... Al che il negoziante aggiunse con una punta di sarcasmo:
"Certo però che se almeno quel signore così distinto ti desse una frazione dei suoi averi, potresti evitare di stare qui tutto il giorno..."
"Oh, no, non è così - rispose l'ometto - Sai chi è quello? Quello è il presidente di una grande società: per parlare con lui la gente fa la fila per settimane. Ogni minuto del tuo tempo vale un sacco di soldi..."
"E allora? A maggior ragione dovrebbe dare di più..."
"Ma lui da di più... Mi dona ogni giorno il bene più prezioso che ha una cosa che non si riguadagna: un po' del suo tempo per ascoltarmi e per farmi sentire importante per qualcuno... E' qualcosa che non potrà più avere in nessun modo, perchè il tempo non ritorna..."
Bella Ragnetto, fà molto riflettere :grin: bacbac
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Niki
Messaggi: 6379
Iscritto il: 19/05/2009, 14:15
Ha espresso il “Mi piace”: 46 volte
Mi piace ricevuti: 26 volte

Re: Storie Di Tutti I Giorni

Messaggio da Niki »

Albero di Natale!!!


Perché sulla punta dell'albero di Natale c'è un piccolo angelo?
Allora... è una lunga storia...
Una vigilia, Babbo Natale si stava preparando per il suo giro annuale. Non appena si infilò il suo paio di pantaloni rossi preferiti, questi si strapparono; allora dovette indossarne un altro paio che però gli stava stretto e gli rendeva i movimenti difficoltosi.
Andò nel reparto giocattoli per vedere come andavano i preparativi, ma... i folletti erano tutti in sciopero! Uscì per controllare le renne e si accorse che erano tutte ammalate.
Babbo Natale andò su tutte le furie. Entrò in cucina a prendere un bicchiere di vino per calmarsi un po' ma trovò la bottiglia vuota. Ora era veramente incazzato nero! Tutto ad un tratto si sentì bussare alla porta. Babbo Natale era troppo nervoso per prestare attenzione a quel rumore. Si sentì bussare di nuovo, ma questa volta più forte.
Babbo Natale andò verso la porta, rosso in viso, la spalancò e vide il piccolo angelo che chiedeva:
- Ciao, Babbo Natale! Ho qui l'albero... dove lo devo mettere?
Bella questa, brava Pina. ;-)
la verità e là fuori, ma non fidatevi di nessuno...

Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: Storie Di Tutti I Giorni

Messaggio da mammapina »

Grazie Niki :oops: :lol: questa l'ho letta adesso, spero che sia di vostro gradimento :grin: Il nome dell'onorevole c'era, ma l'ho tolto e cosi potete immaginarne uno che odiate :lol: :lol:
AUTORADIO!!!


Un uomo ricchissimo decide di comprarsi l'auto più innovativa, lussuosa e tecnologica esistente.
Paga uno sproposito, ma la macchina è effettivamente bellissima, e comodissima.
Motore molto potente ma silenzioso, sedili in pelle pregiata, interni lussuosi...
Fatti pochi chilometri, decide di accendere la radio... ma non riesce a trovarla.
Il cruscotto, super tecnologico, contiene ogni genere di dispositivi, ma niente che somigli a un'autoradio.
Molto arrabbiato, torna dal concessionario: "Mi ha venduto una macchina costosissima, super accessoriata ma non ha la radio!"
Il venditore gli spiega che la radio è incorporata nell'infonavigatore satellitare e sfrutta un sofisticato congegno di riconoscimento vocale, per cui basta dire il tipo di musica che si vuole ascoltare ed essa si sintonizza sulla stazione che la trasmette.
Il tizio risale in macchina, e dopo poco dice: "Blues!" Subito la radio trasmette un bellissimo pezzo di B. B. King in dolby stereo surrond 5.1 che neanche al Madison Square Garden si sentirebbe così.
Quando decide di cambiare musica, fa: "Rock!" e la radio commuta su un fantastico brano degli Iron Maiden.
Dopo qualche minuto prova: "Tchaikovsky!" e immediatamente parte il Concerto per Pianoforte n. 1.
Beato dalla musica, non fa molta attenzione alla strada e quasi si scontra con un'autovettura che stava facendo una manovra azzardata.
Irritatissimo, gli grida dietro: "str..!" Immediatamente la radio annuncia: "E adesso, dai microfoni di Rai Uno, una comunicazione dell'On..........
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Rispondi