UNDERCOVER - OPERATION WINTER SUN (RECENSIONE)

Le Recensioni delle Avventure Grafiche per PC.
Rispondi
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4639
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 71 volte

UNDERCOVER - OPERATION WINTER SUN (RECENSIONE)

Messaggio da Giuseppe »

Immagine La Blue Label Entertainment non finisce di stupirci, è sempre pronta a deliziarci con delle nuove uscite e stavolta tocca a Undercover - Operation Winter Sun. La seconda guerra mondiale naturalmente è stata spesso usata per i giochi, ma soltanto poche avventure hanno rispecchiato questo filone, quindi da questo lato può essere intesa come un'innovazione o un qualcosa finalmente di diverso dalle solite trame sugli Egizi, Maya e via discorrendo... La storia è abbastanza interessante anche se alla fine lo scopo finale è solamente uno impedire che i nazisti possano attuare il loro piano della bomba all'uranio. L'avventura si diramerà in varie zone della Germania e per ultimo fino a Stalingrado, oramai ridotta in macerie. In alcune locazioni la riproduzione del passaggio del conflitto è riprodotto molto bene veramente si gusta il sapore di distruzione che ogni guerra purtroppo sa dare.Undercover è un'avventura punta e clicca ambientata nella Seconda Guerra Mondiale. I nazisti stanno conducendo ormai da anni ricerche sull'utilizzo della fissione nucleare per produrre sia energia nucleare che ordigni di distruzione di massa. Il giocatore vestirà i panni di uno scienziato britannico che opera a Berlino come agente sotto copertura per contrastare i progetti dei nazisti con l'aiuto di altri agenti delle forze alleate. Quando a Londra l'8 gennaio 1943 il telefono del Dott. John Russel squilla, ancora non sa che i giorni futuri saranno i più emozionanti e pericolosi della sua vita. Dall'altra parte del filo è il Colonnello Travers che lo convoca nel suo ufficio per esaminare l'autenticità di alcuni documenti relativi a un'arma tedesca di distruzione totale la bomba Uranium. John si accorge subito che i documenti sono autentici e possono rappresentare una grave minaccia per il mondo. Naturalmente il Professor John Russel è la persona più adatta per impedire che questo avvenga, ma non dovrà essere solo in mezzo ai nazisti, quindi sarà affiancato da Peter Graham con il compito di coadiuvante. In Germania conoscerà un certo Schimdt una spia e un altro agente Anne Taylor che sarà al suo fianco per buona parte del tempo. L'azione sarà esclusivamente in mano vostra e solamente in un caso prenderete il controllo di Anne per risolvere una situazione che da solo risulterebbe impossibile. Forse la trama sembra scontata trovare la bomba e disattivarla non è proprio così.. man mano che proseguirete nel gioco incontrerete numerose svolte e intrecci, che non svelo altrimenti toglierei il gusto del gioco. Tutto quello che posso dire è che non mancheranno alcuni colpi di scena e il finale, ( abbastanza corto), sembra lasciar presagire a un futuro seguito..almeno questa è stata la mia impressione. La grafica è divisa in due parti in 3D sia per le locazioni che per i personaggi quando sono nei primi piani, bidimensionale invece quando sono a campo largo e veramente si nota la perdita di qualità, compensata però da un'alta risoluzione che non marca più di tanto questo difetto. I personaggi nei primi piani rasentano veramente la perfezione espressioni facciali, movimento degli occhi in base al dialogo, rughe per evidenziarne l'età, movimenti particolareggiati per rispecchiarne il momento di rilassatezza, di tensione o di dubbio, insomma veramente ben fatti. Si piegano quando compiono una determinata azione e i movimenti sono sempre adatti alla situazione, anche se a volte il personaggio principale si mette davanti all'oggetto dove si deve interagire e risulta abbastanza fastidioso, perché bisogna trovare il punto esatto per fargli compiere l'azione. La loro combinazione di tonalità cade sempre adeguatamente rispetto alla fonte luminosa e cambia di conseguenza se la figura si muove. Gli oggetti e personaggi si fondono perfettamente con i fondali che in alcuni casi sono abbastanza piatti e semplici, in altri invece veramente ben fatti e reali. Si ha l'impressione di essere veramente in un mondo a parte dove poche persone popolano le strade d'altronde c'è la guerra e nonostante questo non si vive il senso di solitudine perché in qualche modo tutto intorno è vivo veicoli militari, costruzioni che fumano dall'ultimo bombardamento, pattuglie di soldati per le strade, effetti dei raggi di luce o delle nubi di fumo che messe insieme rafforzano ancor di più l'immagine di un mondo attivo.
Immagine Immagine
L'interfaccia è molto semplice, con il tasto sinistro del mouse si ha una descrizione degli oggetti o di quello che si vuole osservare, con il tasto destro si compie l'azione. Quando è possibile interagire con un qualcosa l'icona diventa una chiave inglese e l'oggetto dell'inventario che si vuole usare si illumina quando posizionato nel posto giusto, un fumetto per dialogare e un Ciak per avvisare che è in azione un filmato. L'inventario si trova nella parte bassa dello schermo e appare solamente se portiamo il mouse nel bordo inferiore del monitor. Spostandolo nella parte superiore appare l'icona per il menù principale richiamabile anche con il tasto "Esc", dove ci sono le classiche opzioni più una in particolare per dare un colore seppia al gioco e renderlo più simile al periodo sinceramente non mi ha entusiasmato. Poche parole vanno spese per il comparto audio che si attesta nella media, le musiche variano in base alla situazione e contribuiscono molto bene all'atmosfera del momento, ma senza esaltarlo. I rumori di fondo sono sporadici e senza nessuna caratura particolare; sarebbe stato interessante sentirsi profondamente immersi nel periodo bellico e magari udire frequentemente almeno i più classici qualche colpo di mitraglia in più, , magari aerei che sorvolano la città.. invece a volte sembra di essere a una scampagnata . Le voci dei personaggi purtroppo sono in inglese sono buone, con un'ottima cadenza e somatizzano molto bene la situazione che stanno vivendo, non altrettanto si può dire del labiale che lascia molto a desiderare. Per cio' che riguarda noi abitanti dello stivale, Blue Label ci propone dei sottotitoli realizzati bene, e che ci permetteranno di capire cosa succede sullo schermo. Peccato per la totale localizzazione.. Undercover è in terza persona e tutte le direzioni sono obbligatorie, quindi non ci sarà per alcuni, il solito fastidio del girovagare tra strade, stradine, vicoli..etc.. col timore di perdersi. Tutto è localizzato in uno stretto raggio d'azione sia in esterno che negli interni, quindi sarà molto più semplice trovare gli oggetti che servono per proseguire e risolvere gli enigmi. Già gli enigmi! Diciamo che sono di vario tipo, dai semplici ai più complessi, ma oso dire nulla di impossibile o troppo cervellotico, solo pazienza e leggere sempre i fogli che si trovano in giro e parlare sempre di tutto con tutti. Come dicevo alcuni sono semplici e si tratta spesso di combinare oggetti nell'inventario per ottenerne altri che servono (SPOILER) per prendere dell'acqua da un furgone, aprire una finestra..etc.. Parecchi invece saranno un pò più ostici e metteranno a dura prova la vostra pazienza e perspicacia nel risolverli, senza sforzarsi più di tanto in poche parole sono tutti abbordabili, quindi da questo punto di vista veramente si poteva fare meglio. Lo svolgimento del gioco è lineare e non si esce da una situazione se non è stato fatto tutto, quindi a forza di girare per trovare qualche oggetto dimenticato, oppure provare a combinare quelli nell'inventario, si arriverà per forza di cose a risolvere il problema. Spesso si presenteranno situazioni che metteranno a dura prova la vostra abilità non sto parlando di action, ma semplicemente di capire come fare a evitare determinate situazioni che potrebbero portare alla vostra cattura o addirittura alla morte. Tranquilli, perchè in uno qualsiasi di questi casi non si deve riprendere dal salvataggio precedente, ma dall'inizio della situazione, quindi avrete modo di provare più volte per riuscirci. Questo naturalmente potrebbe aumentarne la longevità che varia dalle 12-15 ore pochine.
Immagine Immagine
La Sproing Interactive Media in qualche modo ha centrato il bersaglio un buon prodotto con tutte le caratteristiche che un gioco deve avere. Gratificante su alcuni punti, senza andare a cercare il pelo nell'uovo, altrimenti ci sarebbero molte altre Ag più blasonate con altrettanti peli.. Una trama semplice ma distribuita in modo sapiente per tutto l'arco del gioco, una bella grafica e un sonoro nella media, fanno di Undercover un'avventura vecchio stile con le tecnologie di oggi senza effetti speciali, che saranno belli da vedere, ma tolgono il fascino di una vera avventura quale noi vogliamo. Undercover è adatto a qualsiasi giocatore sia neofita che esperto, questi ultimi lo troveranno abbastanza facile.

Nella media.

Voto: 72/100

Soluzione
Savegame
Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: UNDERCOVER - OPERATION WINTER SUN

Messaggio da mammapina »

Complimenti Giuseppe una recensione davvero interessante!!!
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: UNDERCOVER - OPERATION WINTER SUN

Messaggio da mammapina »

:shock: ragazzi, ma possibile che non vi siete accorti di questa bella recensione?? :roll: leggetela e commentate, altrimenti :cry: :grin:
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Niki
Messaggi: 6394
Iscritto il: 19/05/2009, 14:15
Ha espresso il “Mi piace”: 56 volte
Mi piace ricevuti: 26 volte

Re: RECENSIONE: UNDERCOVER - OPERATION WINTER SUN

Messaggio da Niki »

Bella recensione per una avventura carina, giocabile godibile senza impegnare troppo le meningi. ;-)
Un punta e clicca abbastanza tranquillo tutto sommato, vale sempre la pena di farlo.
Bella rece Giuseppe. ;-)
la verità e là fuori, ma non fidatevi di nessuno...

Immagine
Avatar utente
pinki
Messaggi: 2634
Iscritto il: 18/04/2009, 21:48

Re: RECENSIONE: UNDERCOVER - OPERATION WINTER SUN

Messaggio da pinki »

dev'essere bella davvero.. l'Undercover x ds che ho giocato (il mio primo gioco :mrgreen: ) mi è piaciuto tantissimo!! ma qui non c'è più Audrey!! :roll:
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: UNDERCOVER - OPERATION WINTER SUN

Messaggio da mammapina »

Ho questo gioco ormai da parecchio tempo :roll: dovrei perlomeno controllare se funziona nel mio pc :roll: ;-)
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Niki
Messaggi: 6394
Iscritto il: 19/05/2009, 14:15
Ha espresso il “Mi piace”: 56 volte
Mi piace ricevuti: 26 volte

Re: RECENSIONE: UNDERCOVER - OPERATION WINTER SUN

Messaggio da Niki »

Ho questo gioco ormai da parecchio tempo :roll: dovrei perlomeno controllare se funziona nel mio pc :roll: ;-)
Dovrebbe funzionare tranquillamente, non è un gioco che richiede grosse risorse Pina. bacbac bacbac ;-)
la verità e là fuori, ma non fidatevi di nessuno...

Immagine
Avatar utente
Angel89
Messaggi: 43
Iscritto il: 05/10/2009, 20:10

Re: RECENSIONE: UNDERCOVER - OPERATION WINTER SUN

Messaggio da Angel89 »

E' bella questa AG, spesso divertente!
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: UNDERCOVER - OPERATION WINTER SUN

Messaggio da mammapina »

Ho questo gioco ormai da parecchio tempo :roll: dovrei perlomeno controllare se funziona nel mio pc :roll: ;-)
Dovrebbe funzionare tranquillamente, non è un gioco che richiede grosse risorse Pina. bacbac bacbac ;-)
:roll: Speriamo Niki :grin: grazie bacbac
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Rispondi