Recensione: Stasis - Bone Totem

Le Recensioni delle Avventure Grafiche per PC.
Rispondi
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4658
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 79 volte

Recensione: Stasis - Bone Totem

Messaggio da Giuseppe »

Immagine

I Brotherhood sono un piccolo studio che ha già creato lavori nel genere. Il loro primo titolo, Stasis, è uscito nel 2015 ed era un discreto puzzle isometrico incentrato sull'horror. Stasis: Bone Totem è ambientato nello stesso universo ma presenta un cast completamente nuovo e una diversa location sottomarina. Con una serie di ottimi enigmi e un'atmosfera fantastica. Bone Totem è uno dei migliori giochi punta e clicca degli ultimi tempi.

Stasis Bone Totem è incentrato su una squadra di salvataggio composta da marito e moglie: Mac e Charlie. Il gioco inizia con loro che navigano su una barca attraverso una tempesta. Si imbattono in una piattaforma petrolifera in acque profonde e un cadavere viene trovato non molto tempo dopo l'attracco. Ma, ignorando la bandiera rossa, vanno avanti perché vengono a conoscenza di una misteriosa struttura scientifica sotto la piattaforma che potrebbe contenere preziosi materiali di recupero. Questo laboratorio sottomarino è pieno di esperimenti discutibili, strane macchine biomeccaniche e orrori senza parole. Il disastro colpisce il loro sommergibile e rimangono intrappolati nel laboratorio. L'unico modo per scappare è continuare a esplorare nella speranza di trovare un'altra uscita.

Immagine

Mac e Charlie hanno una dinamica interessante, con un buon mix tra conflitto e solidarietà. La loro figlia è morta di recente e stanno lottando per farcela. Il migliore amico della loro figlia è un orso elettronico intelligente di nome Moses, e lo strano robot si unisce alla coppia per creare un trio di esploratori in cui i giocatori possono alternarsi in qualsiasi momento. Non passa molto tempo prima che il gruppo si separi e rimangono isolati per gran parte del tempo, ma sono quasi sempre in contatto radio. Quando uno vede qualcosa di scioccante, come un'inquietante creatura mutata, gli altri danno consigli. Maggiori informazioni su cosa è andato storto in laboratorio si trovano all'interno dei numerosi PDA e presto si scopre che la base è stata bloccata e alcuni hanno dovuto sopravvivere con le razioni, ma quando è arrivata la squadra di soccorso, invece di essere aiutati le cose non sono andate come previsto. Anche se Mac, Charlie e Moses sono sempre separati, possiedono un fantastico zaino che consente loro di trasferire gli oggetti dell'inventario. Ciò è necessario perché Mac ha la forza di smembrare gli oggetti e Charlie può ricucirne alcuni insieme. Anche Moses troverà tanti strumenti necessari agli altri, e viceversa. La suddivisione dei personaggi riduce abilmente la stagnazione sia mentalmente che visivamente. C'è un ritmo nell'esplorazione; progredisci con un personaggio finché non c'è un'ostruzione, quindi passa a un altro per continuare.
Immagine

La maggior parte dei puzzle sono logici e belli da risolvere. Non sono nemmeno ostacolati dalla tipica assurdità della caccia ai pixel. Ci sono anche più fasi per trovare una soluzione ad un enigma, come quando devi riparare una muta da sub riparando i polmoni biomeccanici danneggiati, cosa possibile solo dopo aver indirizzato l'energia ed estratto il fluido da uno squalo congelato. Quando non è palese cosa fare, le descrizioni abbinate agli oggetti (personalizzati a seconda del personaggio che li controlla) permettono ai giocatori di arrivare alla deduzione.

Interessante è anche lo stile visivo. Il punto di vista isometrico sembra fantastico, con interessanti sfondi 2D che raffigurano il laboratorio sottomarino, la piattaforma petrolifera, il fondale marino e altro ancora. Passando il cursore sui punti dello sfondo verranno visualizzate le descrizioni. Alcuni sfondi 2D sono troppo scuri e quindi le descrizioni aiutano. Quando si interagisce con macchine o porte, gli schermi 2D offrono un buon contrasto e una piacevole interazione tattile. I tre personaggi controllabili sono renderizzati in 3D mentre utilizzano la vista isometrica, ma navigano solo attraverso percorsi specifici e ciò a volte significa che vanno in direzioni strane. I personaggi principali sembrano belli, anche se le loro animazioni sono un po' rigide e l'aliasing li fa risaltare.

Immagine

Stasis: Bone Totem vale la pena giocarlo e lo consiglio a tutti gli appassionati di avventure punta e clicca, ma soprattutto a coloro a cui piace quando vi è dell'horror. Visivamente accattivante, sia nella sua forma isometrica 2D che con i filmati 3D che occasionalmente presentano morti da cardiopalma. I puzzle sono impegnativi, logici e soddisfacenti. Con i tre personaggi controllabili che rimangono isolati l'uno dall'altro, il gioco aggiunge varietà grazie al suo sistema di inventario condiviso. E poiché offre circa 10-12 ore di gioco, nessuno rimarrà deluso e a mani vuote.
Bello!

Voto: 80/100



REQUISITI DI SISTEMA

MINIMI:
Richiede un processore e un sistema operativo a 64 bit
Sistema operativo *: Windows 10 64-bit+ (May work on Windows 7)
Processore: Intel Core i3 @ 2.50 GHz / AMD Phenom II X3
Memoria: 4 GB di RAM
Scheda video: Graphics card with DX11 (shader model 4.0) capabilities. 2 GB + suggested
DirectX: Versione 11
Memoria: 16 GB di spazio disponibile
Scheda audio: Any DirectX Compatible Sound Card

CONSIGLIATI:
Richiede un processore e un sistema operativo a 64 bit
Sistema operativo: Windows 10 64-bit+
Processore: Intel Core i5-2400 @ 3.10 GHz / AMD Phenom II X6 1100T
Memoria: 8 GB di RAM
Scheda video: Graphics card with DX11 (shader model 4.0) capabilities. 2 GB + suggested
DirectX: Versione 11
Memoria: 16 GB di spazio disponibile
Scheda audio: Any DirectX Compatible Sound Card
* A partire dal 1° gennaio 2024, il client di Steam supporterà solo Windows 10 e versioni successive.
Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Rispondi