Apocalipsis - Harry at the End of the World (RECENSIONE)

Le Recensioni delle Avventure Grafiche per PC.
Rispondi
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10689
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Apocalipsis - Harry at the End of the World (RECENSIONE)

Messaggio da Electranovembre »

Immagine

Il titolo è un’avventura punta e clicca con forti sfumature puzzle, ma senza esserlo, visto che non utilizzeremo dialoghi durante il gioco. E' stato sviluppato dal team indie polacco Punch Punk Games, ed è uscito su Steam per Pc e Mac lo scorso 28 febbraio. L'ispirazione del gioco è quella di titoli come Samorost o Machinarium autentici gioiellini del genere.
Immagine

Harry, il protagonista, vive serenamente nel periodo tra Medioevo e Rinascimento con la sua amata. Purtroppo, però, l'epoca ricca di tragici eventi vede la morte della compagna, forse a causa della guerra che porta distruzione, povertà e malattie ben illustrate dagli sfondi (di cui parleremo tra poco) che fanno da filo conduttore a questa avventura. Il nostro compito è di aiutare Harry nel suo cammino che lo porterà in diversi luoghi fino agli inferi con la speranza di riportare in vita la sua donna. Una versione innovativa dell’Inferno della Divina Commedia o magari, tanto per restare nel campo dei videogame, un po' come si vede in The last day of June, dove un innamorato fa di tutto per far tornare in vita la sua amata.
Immagine

Apocalipsis vede prevalere un lato artistico eccelso. L’arte è riportata nelle xilografie del XV e XVI Secolo che fanno da sfondo ai vari mondi del gioco e che vengono animati molto bene. Sembra di vedere un libro di miti e credenze medievali in movimento. A tratti il tutto è molto spettacolare come se ci trovassimo in un museo. L’offerta visiva si rifà alle opere di artisti come Hans Holbein e Michael Albrecht Dürer con delle animazioni sempre appropriate all'ambiente che stiamo attraversando. Animazioni che si rifanno a quelle forse da noi viste nei libri di storia, con dei signori della morte, oppure scheletri e creature mitologiche varie ed assortite. I toni volutamente cupi arricchiscono l’atmosfera del gioco. Ottimi anche alcuni dettagli “crudi” che rendono al meglio anche la vita quotidiana dell’epoca con tanto di mosche infernali di contorno ai tanti cadaveri che troveremo al nostro passare o dei bisbigli che sentiremo strada facendo, o creature tipiche dell'immaginario cupo e opprimente dell'epoca del tardo Medioevo e primo Rinascimento.

Le musiche accompagnano al meglio i nostri passi ed alcuni brani sono molto ispirati tanto da rimanere bene impressi nella memoria del giocatore. La colonna sonora, pur composta da poche tracce, si adatta bene all'atmosfera gotica e talvolta cupa del gioco e della trama. Come detto non abbiamo dialoghi durante l'azione, ma nelle scene di intermezzo tra un mondo e l'altro sentiremo la voce guida in inglese con i relativi sottotitoli in italiano che illustrano lo scenario che si va ad affrontare.

Interfaccia: Il gameplay, come dicevamo, si rifà davvero tanto a Samorost e Machinarium e ne riprende le sembianze con icone molto simili: se troveremo un oggetto di interesse il puntatore si trasformerà in una mano. A quel punto potremo raccogliere tale oggetto e metterlo nell’inventario (in alto sulla destra) per utilizzarlo successivamente con altre parti dell’ambiente circostante che saranno contrassegnate dal puntatore. L’icona degli ingranaggi, invece, ci suggerirà quando si dovranno combinare alcuni oggetti dell’inventario. L’interfaccia che ricorda anche vari titoli di altre avventure grafiche del passato è quindi piuttosto semplice e minimale.

Immagine

Gameplay: Tutto scorre in maniera logica e lineare. Se non completiamo un mondo non potremo accedere al successivo, gli enigmi sono semplici da affrontare, anche se quelli che richiedono l'uso della logica potrebbero richiedere un po' più di tempo per essere risolti. Abbiamo anche un paio di parti diciamo stile “ACTION” ma anche se dovessimo morire si potrà ricominciare e rifare il passaggio in questione. L'avventura presenta un doppio finale che dipenderà da una certa azione in un particolare punto del gioco... lasciamo scoprire a voi quale se giocherete l'avventura.

Il mio giudizio complessivo è molto positivo. Se da una parte la scarsa longevità del titolo (sulle tre ore circa), gli enigmi facili da affrontare e gli scenari cupi e gotici potrebbero far storcere il naso ai puristi dell'avventura, dall’altra, gli sfondi di pregevole fattura, l'aspetto psicologico notevolmente curato e il prezzo basso del gioco sono dei punti che ne fanno un’avventura che merita di essere giocata. Inoltre, bisogna tener conto del fatto che non stiamo parlando del lavoro di una grande software house e confrontandolo con altri giochi indie penso che di questo acquisto si può essere soddisfatti.
Non ve ne pentirete.

Requisiti Minimi:
•Sistema operativo: Windows 7 SP1/8.1/10
•Processore: 2.66 GHZ DUAL CORE, INTEL® CORE 2 Duo or AMD equivalente
•Memoria:2048 MB di RAM
•Scheda video:512 MB VRAM, NVIDIA GeForce 8600GT ATI Radeon HD 3850/INTEL HD 4400
•DirectX: Versione 9.0c
•Memoria: 2 GB di spazio disponibile

Voto: 76/100

Recensione by Davidwilding

Si ringrazia Chris della Punh Punk per l'invio del gioco
Immagine
Avatar utente
Adriano
Messaggi: 2159
Iscritto il: 04/07/2012, 19:50
Ha espresso il “Mi piace”: 1 volta

Re: RECENSIONE: Apocalipsis - Harry at the End of the World

Messaggio da Adriano »

Molte grazie per la recensione David! eusaclap
E tra l'altro conferma la prima impressione che mi aveva fatto il gioco: non sembra essere tra le mie corde ... però dà l'idea di un esperimento interessante!
Avatar utente
Niki
Messaggi: 6398
Iscritto il: 19/05/2009, 14:15
Ha espresso il “Mi piace”: 63 volte
Mi piace ricevuti: 26 volte

Re: RECENSIONE: Apocalipsis - Harry at the End of the World

Messaggio da Niki »

Bravo David, bella recensione!!!!! eusaclap :wink:
la verità e là fuori, ma non fidatevi di nessuno...

Immagine
Avatar utente
Raindog
Messaggi: 1754
Iscritto il: 14/08/2011, 12:43

Re: RECENSIONE: Apocalipsis - Harry at the End of the World

Messaggio da Raindog »

Caro David complimenti e grazie per il tuo prezioso contributo. Sembra un titolo interessante e che farà felici tanti appassionati di questo genere di avventure un po' "cupe".
A presto
Avatar utente
davidwilding
Messaggi: 5578
Iscritto il: 18/04/2009, 23:11
Ha espresso il “Mi piace”: 10 volte
Mi piace ricevuti: 1 volta

Re: RECENSIONE: Apocalipsis - Harry at the End of the World

Messaggio da davidwilding »

Cerco di dare il mio contributo con quel che posso,grazie a tutti sempre gentili.
A me personalmente non piacciono tutti i titoli del genere,ma questo l'ho apprezzato davvero.
Avatar utente
Niki
Messaggi: 6398
Iscritto il: 19/05/2009, 14:15
Ha espresso il “Mi piace”: 63 volte
Mi piace ricevuti: 26 volte

Re: RECENSIONE: Apocalipsis - Harry at the End of the World

Messaggio da Niki »

Grazie a te David, credo che in tutti questi anni hai contribuito abbastanza. :wink:
la verità e là fuori, ma non fidatevi di nessuno...

Immagine
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10689
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: Apocalipsis - Harry at the End of the World

Messaggio da Electranovembre »

Ottimo lavoro David... contributo come sempre prezioso bacbac aa
Immagine
Avatar utente
davidwilding
Messaggi: 5578
Iscritto il: 18/04/2009, 23:11
Ha espresso il “Mi piace”: 10 volte
Mi piace ricevuti: 1 volta

Re: RECENSIONE: Apocalipsis - Harry at the End of the World

Messaggio da davidwilding »

aa aa bacbac bacbac
Rispondi