DESTINAZIONE: L'ISOLA DEL TESORO (RECENSIONE)

Le Recensioni delle Avventure Grafiche per PC.
Rispondi
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4658
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 79 volte

DESTINAZIONE: L'ISOLA DEL TESORO (RECENSIONE)

Messaggio da Giuseppe »

Immagine

Ormai sembra che la simbiosi “Racconti-Adventures”, abbia preso piede da qualche tempo. In periodi passati erano riportati solo nei film e Tv e tutti sicuramente abbiamo cari alcuni titoli Viaggio al centro della terra, Viaggio al centro della luna, L’isola misteriosa e tanti altri… I Kheops Studio non hanno certo perso tempo e dopo aver sviluppato i titoli sopra citati, hanno voluto continuare nel loro filone per portare sui nostri Pc L’isola del tesoro di Robert Louis Stevenson. Il romanzo è ambientato nel periodo della pirateria nella prima metà del Settecento e parla di una mappa del tesoro ritrovata per caso da alcuni pirati. In mezzo a loro c’è Hawkins un ragazzino, che con la sua parte del tesoro trovato, ritorna in Inghilterra e acquista una casa per la madre. Destinazione L’isola del tesoro riprende le orme del romanzo, ma il tutto è riferito a quattro anni dopo rispetto al racconto di Stevenson e inizia con Hawkins che non è più un ragazzino, ma è già adulto. Acquista una nave per avventurarsi nuovamente in mare e viene rinchiuso nella sua cabina dopo un ammutinamento della sua ciurma. In suo aiuto arriverà un pappagallo (capitano Flint, inseparabile amico del pirata Long John), che gli darà una mappa incompleta di un’isola dove ci dovrebbe essere il tesoro del suo padrone. Riesce a fuggire dalla cabina-prigione e approda sull’isola apparentemente deserta, la prima cosa da fare naturalmente è iniziare a esplorarla da questo momento inizia l’avventura per scoprire i misteri dell’isola e rivedere in flashback tutti gli avvenimenti passati. Il nostro protagonista non sarà solo, ma avrà la perenne compagnia del pappagallo, che in verità, più che aiutarlo, lo metterà in difficoltà con i suoi indovinelli e solo dopo averne dato la soluzione si renderà utile.
Immagine Immagine

Inizia a girare per l’isola scoprendo molte stranezze e in particolare delle orme di animali feroci ne sentirà spesso il ruggito. Dovrà risolvere vari problemi per trovare i pezzi mancanti della mappa e incontrerà una ragazza Pepita, che l’aiuterà fin da subito ad uscire da una situazione spiacevole e dopo averle ricambiato il favore, saprà che si tratta della figlia di Long John. La situazione comincia a chiarirsi e armato di speranza si appresta a continuare la sua ricerca del tesoro, dimenticandosi della sua nave e dei pirati ammutinati che sono sbarcati sulla stessa isola catturando Pepita. Non bastano i misteri e le stranezze del luogo, ma dovrà anche affrontarli per liberarla e le sorprese non mancheranno. La sensazione di essere su un’isola tropicale è netta tutto è sgargiante, ben colorato e miscelato, si ha veramente l’impressione di esserci fisicamente. L’engine 3D svolge molto bene il suo lavoro e fa godere appieno gli splendidi scenari caratterizzati con cura e molto reali, grazie anche a una rotazione a 360° che offre una splendida panoramica dell’ambiente circostante. Ogni zona dell’isola, ogni particolare roccia, sabbia, acqua, alberi..etc..è riprodotto in modo esemplare e si miscela molto bene con tutto il resto nulla risalta di più rispetto a qualcos’altro. Il gioco è in prima persona e vedrete i personaggi principali in alcune fugaci apparizioni , ma soltanto durante i dialoghi; per far vedere le azioni compiute in automatico sono stati usati degli “sketches”, cioè disegni-bozze in bianco e nero con una leggera sfumatura seppia in altre parole immaginate di leggere un fumetto una vignetta per volta. Verso la fine del gioco di personaggi ne vedrete alcuni perché…beh non svelo nulla… Diciamo subito che si ha un senso di “déja vù”e chi ha giocato a “Ritorno all’Isola Misteriosa” sa cosa intendo dire, infatti è sullo stesso filone e si distacca ben poco.Se la grafica si attesta a buoni livelli, altrettanto si può dire per il sonoro molto piacevole, ben orchestrato e varia in ogni locazione. In alcuni momenti cala di intensità oppure sparisce del tutto, per ritornare intenso appena si scopre un qualcosa. In alcuni frangenti non mi è sembrato molto adeguato alle situazioni a volte sembra una carica di cavalleria, ma è un parere del tutto personale. Negli "sketches" invece, le musiche risaltano egregiamente il momento dando un senso marcato all’azione che state vedendo, sia di pericolosità che di relax. Stessa cosa per i rumori di ambiente che sono riprodotti molto bene e molto realistici, ogni zona dell’isola è caratterizzata dal suono particolare di cosa ci ” vive” rumore del mare se si è sulla spiaggia o nelle vicinanze, fragore delle cascate, rumori classici di oggetti spostati..etc..Meno convincenti sono i dialoghi le voci dei personaggi sono nella media, ma il deficit di interpretazione è abbastanza lampante forse troppo recitato e senza nessuna cadenza che ne esalti la situazione. Bisogna dire a favore, che ci sono pochi momenti di dialogo particolari che abbiano bisogno di chissà quale interpretazione, però in quei pochi, forse un po’ più di vitalità non avrebbe guastato.
Immagine Immagine

In precedenza ho citato il déja vù di “Ritorno all’Isola Misteriosa” e si evidenzia in maniera ancor più lampante nell’interfaccia e nella gestione dell’inventario. In primis apparirà la schermata con le classiche voci e poi il menù delle opzioni dove si possono scegliere varie alternative sottotitoli, velocità di rotazione, descrizione oggetti, volume musica-voce- effetti e regolazione della luminosità. Ultima voce di interesse è “Galleria”, dove si potranno rivedere tutte le sequenze delle sketches. Premendo “Nuova partita” verrà proposta la scelta di un simbolo fra Sestante-Vascello-Timone-Verricello-Uncino, la scelta è ininfluente ai fini del gioco ma non lo è per quanto riguarda i salvataggi che sono vincolati all’oggetto scelto. Passiamo ora a descrivere l’inventario attivabile con il tasto destro del mouse sulla sinistra ci sono alcune voci che si attiveranno nel corso del gioco e servono per rivedere tutte le combinazioni degli oggetti che avete unito e tutti i tipi di nodi che avete fatto. Sinceramente non vedo l’utilità di tutto questo. Interessanti invece le voci Mappe e Enigma, la prima permette di muoversi attraverso l’isola per andare in luoghi già visitati, evitandoci lunghe e inutili camminate. La seconda è un’agenda dove ci verranno mostrate le cose da fare e quelle già fatte molto utile. La disposizione degli oggetti è suddivisa in cinque cartelle con diciotto caselle ciascuna dove dovrete mettere quelli che troverete nell’esplorazione se non avete voglia di farlo basta premere il tasto “Auto” e farà tutto in automatico. Nella parte bassa c’è una “chiave inglese” dove bisogna trascinare gli oggetti composti da più componenti per disunirli e ottenerne altri, per unirli è sufficiente trascinare un oggetto sopra un altro e si posizionerà in automatico in quella zona per essere unito se mancherà un componente per avere l’oggetto finito vedrete una “?” e significherà che dovrete aggiungerne un altro. A prima vista può sembrare complesso, ma vi assicuro che non lo è tutto è semplice e intuitivo. In ogni Ag che si rispetti gli enigmi dovrebbero essere uno dei fulcri per cui valga la pena di giocarlo, ma abbiamo parecchi esempi che le cose non stanno proprio così. Destinazione L’isola del tesoro purtroppo è uno di questi e nonostante ce ne siano in buon numero, sono tutti abbordabili e maledettamente semplici forse l’unico che potrà tenervi impegnati un po’ più a lungo è quello finale. Nessuno è illogico, matematico oppure cervellotico, ma semplicemente basterà leggere i documenti e la soluzione arriverà da sola, oppure per tentativi e porto l’esempio del pappagallo che alcune volte parlerà in filastrocche e dovrete riordinarle basta provare più volte e invertire le scelte per arrivare alla soluzione. Una tipologia di enigmi che ricorre spesso è trovare una sequenza giusta per fare dei nodi naturalmente quando dobbiamo legare un qualcosa e sinceramente l’ho trovato abbastanza ridicolo, perchè bisogna premere il tasto riferito a quale nodo si vuole fare, se sbagliate potrete rifarlo fino a riuscirci a che pro??. Sia chiaro che tutto quello che ho detto non deve essere preso per “oro colato”, per me erano semplici, ma per altri possono risultare più complessi e in alcuni forse si troveranno un po’ di difficoltà questo va detto.

Per concludere avrei voluto esprimere un giudizio più positivo, ma alcune cose mi hanno frenato e mi riferisco agli enigmi e alla longevità che si attesta intorno alle 10-12 ore. Il resto direi che è tutto nella norma una buona grafica, un buon sonoro e una bella trama, fanno di Destinazione L’isola del tesoro, un titolo che non passerà sicuramente alla storia, ma almeno ci regalerà qualche ora di spensieratezza senza farci salire l’adrenalina o venire il mal di testa. Tutto sommato bisogna guardarlo anche dal punto di vista dei neofiti, perché può essere un buon trampolino di lancio per Ag più toste. Nonostante alcuni difetti, sicuramente abbastanza rilevanti, mi sento di essere magnanimo nella valutazione finale e dare un voto più alto, anche solo per fiducia verso gli Kheops Studio per l’impegno dimostrato in questi anni.

Spensierato.

Voto: 75/100

Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: DESTINAZIONE L'ISOLA DEL TESORO

Messaggio da mammapina »

Vale la pena di giocarla questa AG anche per restare un pò di tempo senza pensare a niente e rilassarsi. Bella la tua recensione Giuseppe bravo! :mrblue:
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
Puccina
Messaggi: 1616
Iscritto il: 07/03/2009, 22:53

Re: RECENSIONE: DESTINAZIONE L'ISOLA DEL TESORO

Messaggio da Puccina »

Bravissimo giuseppe davvero una rece dettagliata ;-)
L'ho giocato e mi è piaciuto abbastanza :mryellow:
La grafica l'ho trovata davvero eccellente,molto colorata e curata nei minimi dettagli.
Lo stesso x il sonoro,mai noioso o ripetitivo.
Gli enigmi molto intuitivi e sempre di facile risoluzione.......ottima x passare un paio d'ore davvero rilassanti :mrviolet:
Avatar utente
spy869
Messaggi: 364
Iscritto il: 10/04/2009, 2:51

Re: RECENSIONE: DESTINAZIONE L'ISOLA DEL TESORO

Messaggio da spy869 »

concordo per passare un paio d' ore non e male
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: DESTINAZIONE L'ISOLA DEL TESORO

Messaggio da mammapina »

Man mano che mi rivedo tutte le recensioni, mi accorgo che alcune passano inosservate e mi pare strano :roll: come mai?? Eppure questo è un gioco carino da fare.....chi di voi l'ha giocato?? :grin:
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Avatar utente
davidwilding
Messaggi: 5578
Iscritto il: 18/04/2009, 23:11
Ha espresso il “Mi piace”: 10 volte
Mi piace ricevuti: 1 volta

Re: RECENSIONE: DESTINAZIONE L'ISOLA DEL TESORO

Messaggio da davidwilding »

Ora ho ricordato di averlo fatto,un gioco tutto sommato piacevole da giocare :roll: ;-) :lol: bel lavoro giuseppe bancorn
Avatar utente
Niki
Messaggi: 6398
Iscritto il: 19/05/2009, 14:15
Ha espresso il “Mi piace”: 63 volte
Mi piace ricevuti: 26 volte

Re: RECENSIONE: DESTINAZIONE L'ISOLA DEL TESORO

Messaggio da Niki »

Rece perfetta, come sempre. ;-)
L'avventura mi è piaciuta, come tutte quelle che ho fatto, grafica carina e gioco abbastanza scorrevole
senza impegnare troppo. ;-)
la verità e là fuori, ma non fidatevi di nessuno...

Immagine
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10689
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: DESTINAZIONE L'ISOLA DEL TESORO

Messaggio da Electranovembre »

Mi ero persa anche questa recensione :oops:
compliemtni giuseppe
Pina non l'ho mai fatto questo gioco :mrviolet:
Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: DESTINAZIONE L'ISOLA DEL TESORO

Messaggio da mammapina »

Mi ero persa anche questa recensione :oops:
compliemtni giuseppe
Pina non l'ho mai fatto questo gioco :mrviolet:

Electra :bisb)
Spoiler:
nemmeno io l'ho ancora giocato, però ce l'ho!!! :lol: spero di giocarlo quanto prima ;-)
bacbac
La vita è un videogioco...Le delusioni?..un livello da superare!!
Rispondi