Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 1 di 1
 
 
RECENSIONE: Max Payne 3
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio RECENSIONE: Max Payne 3 
 
header_1507635762_807065
Dopo circa 9 anni dal secondo episodio di Max Payne (uscito nel 2003) nel 2012 dopo una lunga attesa (cosa che ai fan di giochi come Syberia sarà nota) la Rockstar ha riportato in pista il suo giustiziere preferito. Sarà un Max più maturo, anche un po’invecchiato e provato non soltanto dal punto di vista anagrafico, ma anche di quello del cinismo, visto che tutto ciò in cui credeva è andato inesorabilmente perduto, forse per sempre.


1118full_raul_passos Trama: Max Payne 3 cronologicamente si svolge circa 9 anni dopo degli avvenimenti degli altri due, ed è una storia a se stante, con qualche flashback (saranno 3 in totale) che farà capire qualcosa in più del passato di Max, ma senza rendere necessario aver giocato gli altri due episodi. In questi anni Max è stato prima congedato dalla polizia di New York ed è andato a vivere ad Hoboken nel New Jersey e da lì in seguito ad un grave fatto di sangue sarà costretto a spostarsi verso il Brasile dove si svolgerà gran parte della storia. In questi anni come dicevamo prima, oltre ad essersi incattivito il nostro eroe è sempre più dipendente da alcool e antidolorifici e spesso lo vedremo letteralmente annebbiato sullo schermo. Lo vedremo combattere con mafiosi italo-americani gruppi paramilitari di vario genere ma soprattutto con i famigerati cartelli che comandano una delle città più pericolose del mondo: San Paolo. Un mix letale per tutti, o quasi. Tutto in un crescendo di emozioni che non mancherà di tenere altissima l’attenzione del giocatore durante i vari livelli.


max_payne_3_126780 Grafica: I primi due Max Payne avevano introdotto in modo massiccio l’uso del Bullet time, ovvero per chi non ricordasse, è lo stile della sparatoria resa celebre dalla trilogia di Matrix, in un videogame. Il terzo capitolo non fa eccezione, anche se alcuni aspetti sono stati rivisti e adattati ai videogiochi moderni. La vera novità è data dall’introduzione di un sistema di coperture, ad esempio muri ma anche automobili, banconi o mobili ed altri ripari improvvisati che consentono non solo di proteggersi ma anche di sporgersi per prendere la mira o anche solo sparare alla cieca. I più esperti noteranno solo qualche rarissima imprecisione talvolta dovuta a oggetti che intralciano la copertura stessa. Lo shootdodge, ovvero l’insieme di proverbiali tuffi al rallentatore, è “separato” dal Bullet time, che può essere usato in qualsiasi momento (purché la barra del tempo sia almeno parzialmente caricata).  A differenza del ritmo della narrazione, che sarà sempre ad alta velocità, il ritmo di gioco risulta invece più riflessivo, scoraggiando azioni suicide e suggerendo invece un saggio uso delle coperture di cui abbiamo accennato sopra. Il Bullet time resta molto utilizzato, in quanto efficacissimo anche usato in situazioni di copertura ed arricchendo senza snaturare la struttura originaria del gioco. L'inventario è più piccolo: si possono portare al massimo due pistole e un fucile.Si può usare una doppia arma che non sia dello stesso tipo, ad esempio un revolver e una mitraglietta. Il motore grafico del gioco è il RAGE di proprietà della stessa Rockstar Gamese rende di ottima fattura la qualità già eccellente del gioco anche sotto quest’aspetto.


max_payne_3_pc Sonoro: I suoni dell'ambiente e delle armi sono perfetti, e molto realistici, ad esempio se rompiamo un vetro o uno schermo o qualsiasi oggetto sentiamo i suoni corrispondenti a queste azioni. Questa volta ahinoi, come da tradizione che va consolidandosi sempre di più, il gioco non è stato tradotto in italiano. Max Payne perde la grande voce di Giorgio Melazzi, cui i giocatori italiani erano affezionati da oltre un decennio, ma James McCaffrey, storica voce originale di Max, non è assolutamente da meno. I sottotitoli sono in sincrono ed adeguati alle varie azioni di gioco. Anche stavolta a Max verrà data la possibilità di suonare il motivetto della colonna sonora al pianoforte, cosa che stride un po'  nel contesto generale della storia.


Interfaccia: Max Payne 3 è molto diverso dai predecessori, sono molte le cose aggiunte e/o tolte.
Le modalità di gioco sono: Storia, dove si gioca in single player e seguendo la trama del gioco; modalità Arcade che comprende la modalità Sfida a punti, Ultimo respiro e Ultimo Respiro Hardcore e il Multiplayer novità questa per il gioco. I livelli di difficoltà della modalità Storia sono: facile, media, difficile, hardcore e vecchia scuola. L'inventario come detto in precedenza risulta molto più piccolo: si possono trasportare due armi secondarie e un'arma primaria. Le due secondarie possono essere utilizzate assieme, ma facendo ciò si procede con la perdita dell'arma primaria. Non mancano comunque durante il gioco le possibilità di raccattare armi e proiettili per far fronte alle varie situazioni di gioco.


Una novità introdotta in questo capitolo è la seconda chance: quando Max sta per morire o viene ferito da un colpo mortale e si è ancora in possesso di antidolorifici, la visuale viene modificata e Max ha ancora la possibilità di sparare al nemico che l'ha ucciso, se lo si ammazza, la visuale si schiarisce e si torna al gioco, mentre in caso contrario si muore. Nel caso il giocatore non abbia antidolorifici, si muore normalmente (si fa per dire).


Curiosità:
Il gioco fu rilasciato ufficialmente in queste date:
PC 1 Giugno 2012
XBOX 360 15 maggio 2012
PS3 15 Maggio 2012


Il gioco ha ottenuto numerosi riconoscimenti e premi, oltre a milioni di copie vendute, anche se a detta di molti addetti ai lavori non ha eguagliato le vendite dei primi due, ma parliamo pur sempre di milioni di copie mica noccioline.


GIUDIZIO FINALE: Il mio giudizio è di parte in quanto fan dalla prima ora di questa serie, ma è naturalmente un gioco che nel suo particolare settore è ancora una volta un capolavoro. Pur giocandolo a cinque anni dalla sua uscita, il gioco non risente del tempo trascorso, anzi la sua grafica da dei punti a titoli molto recenti e anche di maggior successo a livello di diffusione. Il nostro personaggio, pur impegnato in un’avventura insolita come ambientazione (il Brasile)  e ancor di più avvolto nei suoi drammi e dubbi personali ha mantenuto viva l’attenzione durante tutti i 14 livelli del gioco senza cali o pause di sorta. Non si sa se Max Payne tornerà un domani con una quarta avventura videoludica (non ne abbiamo segnali al momento) ma in ogni caso se cosi fosse saremo qui ad aspettarlo come sempre.


Requisiti Minimi di sistema:
Windows 7/Vista/XP (32 o 64 bit)
Intel Dual Core a 3 GHz o equivalente AMD
3 GB di RAM
NVIDIA® GeForce 450 512 MB di RAM
o AMD Radeon™ HD 4870 512 MB di RAM
Spazio libero su disco: 35 GB
Scheda audio: 100% compatibile con Direct X 9.0 – compatibile con il supporto al Dolby Digital Live di Direct X 9.0


Voto: 89/100


Recensione by Davidwilding


 




____________
sitelogo_small_1351111620_887688
 
Electranovembre Invia Messaggio Privato HomePage
Torna in cimaVai a fondo pagina
Supporta il Sito

Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: RECENSIONE: Max Peyne 3 
 
Gran bella recensione caro david, bravo!!!!
Ho fatto i primi 2 episodi questo, purtroppo non l'ho fatto, mi spiace perchè da quello che leggo, ne valeva la pena.!!!
 




____________
la verità e là fuori, ma non fidatevi di nessuno...
 
Niki Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: RECENSIONE: Max Peyne 3 
 
Complimenti per la recensione Davidwilding!  
Davvero ben fatta! Non ho giocato nè il 1°, nè il 2°... però mi intriga dopo la lettura della recensione...
Quindi prima di andare direttamente al 3° capitolo, vedo di procurarmi innanzitutto i primi 2!        
 




____________

"Un viaggio di mille miglia inizia con un solo passo" [Lao Tzu]


Ti piace questo Forum? Per sostenerlo clicca qui.
 
KreativeX Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: RECENSIONE: Max Peyne 3 
 
Grazie per la recensione David!
Max Peyne mi manca, mai giocato. Mi incuriosisce il fatto che non sia un banale sparatutto, potrebbe interessare ...
 



 
Adriano Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: RECENSIONE: Max Peyne 3 
 
Grazie amici credetemi Max Payne vale davvero la pena di essere giocato.
Per Kreative i primi due non so se girano sui modermi sistemi operativi,mentre il 3 l'ho giocato tranquillamente su Win 10   
 



 
davidwilding Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: RECENSIONE: Max Payne 3 
 
Bellissima e dettagliata recensione David! Grazie del contributo   
 




____________
...for I'm a rain dog too!
ti piace questo forum? per sostenerlo clicca qui
 
Raindog Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: RECENSIONE: Max Payne 3 
 
Raindog ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Bellissima e dettagliata recensione David! Grazie del contributo   
un piacere per me grazie
 



 
davidwilding Invia Messaggio Privato
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 1
 


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
 

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario


  

 

Dichiarazione di Copyright ©2009-2018
Le immagini ed i testi contenuti in puntaeclicca.com appartengono ai rispettivi autori.
E' possibile utilizzarli solo ad uso personale e non commerciale senza modificarli in alcun modo.
Non ne è consentito l'uso a scopo commerciale o pubblicarli in siti o blog senza un accordo con puntaeclicca.com