UNSOLVED CRIMES (RECENSIONE)

Le Recensioni delle Avventure Grafiche per NDS.
Rispondi
Avatar utente
Giuseppe
Amministratore
Messaggi: 4639
Iscritto il: 02/03/2009, 15:20
Ha espresso il “Mi piace”: 25 volte
Mi piace ricevuti: 71 volte

UNSOLVED CRIMES (RECENSIONE)

Messaggio da Giuseppe »

Immagine La Empire Interactive, sviluppatrice di titoli per Pc come Dreamfall, seguito del bellissimo The Longest Journey, presenta questa nuova ed entusiasmante avventura. Dopo i successi di Phoenix Wright e Hotel Dusk, è stato pensato a qualcosa di più classico e moderno sulla scia delle numerosissime fiction tv sui criminali. Il gioco inizia con tanto di sigla da telefilm americano dove vedrete i personaggi principali che vi faranno compagnia durante tutto il gioco. Vi troverete nel 1976 al dipartimento della Squadra Omicidi del distretto di polizia di New York. Il comandante Abbot vi affiancherà all'esperta investigatrice Marcy Blake, sorella della famosa modella Betsy Blake. Vi troverete ad affrontare sette diversi casi di omicidio chiamati file, e nel frattempo, dovrete investigare anche sulla scomparsa della modella sorella di Marcy in altri 5 file collegati fra loro. I casi di omicidio saranno divisi in diverse fasi investigative: nella prima il comandante Abbot vi spiegherà cos'è successo, le prove già trovate e i principali sospettati. La seconda fase sarà quella di andare sulla scena del crimine a cercare nuove prove ed indizi, infine dovrete rispondere a una serie di domande che vi porteranno a scoprire chi è l'assassino. Fatto ciò potrete tornare da Abbot a fargli il rapporto finale. I file che riguardano il rapimento di Betsy invece saranno principalmente d'azione, troverete inseguimenti, sparatorie, corse contro il tempo ecc... Se risponderete a tutte le domande del gioco, anche a quelle del file 4 che non sono obbligatorie per la conclusione del caso, avrete accesso a un nuovo file: il 13, che altrimenti non sarà disponibile. Il gioco è realizzato interamente in 3d ed è in prima persona con dei personaggi ben fatti, proporzionati e visibili soltanto a mezzo busto; verranno visualizzati solamente quando dovrete parlare con loro e saranno sempre girati verso di voi, praticamente i movimenti si riducono alle sole espressioni facciali che sono però ben realizzate. Gli ambienti sono molto belli, colorati come se fossero veri, ricchi di particolari e osservabili a 360°. Gli oggetti che troverete sono molti ma solo alcuni potranno essere presi e osservati più da vicino; quelli presenti nell'inventario potranno essere esaminati da ogni angolazione ruotandoli sullo schermo. I filmati sembrano scene di un vecchio film poiché hanno l'effetto della pellicola un po' sfocata consumata dal tempo e per non svelare l'omicida, le sagome sono nere, come ombre e sono dotate di ottimi movimenti molto realistici. Per passare da un luogo ad un altro vedrete l'esterno dell'ambiente dove vi state recando realizzato come un quadro ad acquarello.
Immagine Immagine
Le musiche presenti solamente nei filmati rendono molto bene l'idea di suspence e di tensione che si viene a creare in quel momento, tutto il corso del gioco è accompagnato solo da effetti sonori molto simili alla realtà: sentirete voci fuori dall'ufficio, il telefono che squilla, il rumore del traffico e delle frenate improvvise, praticamente tutto quello che dovreste sentire se foste veramente in quella situazione. Nel gioco non vi è parlato ma è interamente sottotitolato. Per giocare si usa lo stilo e le frecce (oppure i pulsanti a seconda se avete impostato i comandi per la mano destra o per quella sinistra). Nelle impostazioni per mano sinistra serviranno le frecce per muoversi ed i pulsanti per ruotare la visuale. Con lo stilo potrete spostarvi facendolo scorrere sullo schermo. Sul TS avrete tre pulsanti: in alto a sinistra troverete quello per accedere al menù dove potrete scegliere se salvare, tornare al titolo o ricominciare il capitolo. In basso a sinistra troverete il pulsante “File”, toccandolo accederete al registro dove potrete vedere le note come la mappa del luogo del delitto, i dettagli del caso, le prove e i profili dei sospettati. In basso a destra troverete il pulsante “domande” dove ci sarà l'elenco delle domande da rispondere per poter risolvere il caso; le domande verranno aggiunte quando avrete elementi necessari per potervi rispondere. Gli enigmi sono di vario genere e di varia difficoltà, sempre di livello crescente e nella maggior parte dei casi dovrete semplicemente cercare le prove o rispondere alle domande, ma avrete anche alcuni enigmi come ricomporre messaggi, decifrare istruzioni ecc. I momenti di azione risultano un po' complicati per chi non è pratico dello stilo poiché richiedono prontezza di riflessi, come schivare gli ostacoli nella corsa in macchina o sparare ai bersagli che appaiono all'improvviso.
Immagine Immagine

Unsolved Crimes ha dalla sua l’ottima scelta di essere ambientato nella New York degli anni ‘70 con tanto di sigla iniziale da telefilm americano dello stesso periodo, molto originale indubbiamente.. aggiungiamoci un buon numero di casi da risolvere e alcune scene di azione, che non possono mancare in un poliziesco, per avere tra le mani un gioco di tutto rispetto. Se amate questo tipo di esperienze interattive e investigative non potete assolutamente farvelo scappare e indubbiamente Unsolved Crimes deve far parte della vostra collezione.

By Electranovembre
Voto 85/100

Soluzione
Fortuna vostra che esisto...

Immagine Immagine
Avatar utente
mammapina
Messaggi: 8455
Iscritto il: 05/03/2009, 22:41

Re: RECENSIONE: UNSOLVED CRIMES

Messaggio da mammapina »

Una recensione davvero bella,questo gioco mi sarebbe piaciuto molto farlo ma ahimè non ho la materia prima.Bravissima la nostra electra!!!
Avatar utente
Electranovembre
Amministratore
Messaggi: 10690
Iscritto il: 05/03/2009, 21:00
Mi piace ricevuti: 3 volte

Re: RECENSIONE: UNSOLVED CRIMES

Messaggio da Electranovembre »

Grazie care...siete sempre molto gentili :mrviolet:
Immagine
Rispondi